Il sacro rito dei saldi. 9


Quest’anno ero davvero molto indecisa su dove consumare il più sacro dei rituali: quello dei saldi invernali.
Con le mie amiche P. e L. a Roma, per la più classica delle giornate campali, oppure a Milano con la mia amica Emigrante?!
Alla fine ho rinunciato ad entrambi i progetti e mi sono “accontentata” di una giornata tra Firenze e The Mall che è stata decisamente molto proficua.
Ma cominciamo dallo shopping mancato:
Queste meraviglie qui scontate del 30% e irrimediabilmente grandi.

Nonché le più classiche cap toe simili a queste (ma con il tacco più squadrato, color cipria e con la punta di velluto nero) scontate del 30% ed irrimediabilmente piccole.
Le prime mi piacevano molto, ma le seconde erano in assoluto le scarpe più belle che io abbia mai visto!!!
Ok, mi metto il cuore in pace e passo a mostrarvi il mio bottino.

– Come potete immaginare uscire da Chanel a mani vuote per entrare da H&M non è il massimo della vita ma se non altro sono riuscita a scovare qualcosa di carino tra le montagne di cose super-scontate: un abito-camicia a scacchi 90% cotone (non riuscivo a credere ai miei occhi!), e un abitino folk che è il regno del sintetico ma costava 15 euro e non ho potuto lasciarlo lì (oltretutto l’ho già indossato con stivali di cuoio da cavallerizza e scialle gitano e devo dire che fa la sua figura).

– Guanti in pelle sfoderati di Martelli gloves, un paio neri e beige e un paio grigi a 3/4.
Ne ho già parlato in altri post:
è uno degli indirizzi consigliati da The Guardian, ha guanti stupendi e prezzi piccolissimi.

– Maglioncino mezze maniche in lana merinos di Burberry, color verde petrolio: 45 euro.
Lo potevo lasciare lì?!?
Oltretutto è perfetto con uno dei miei kilt scozzesi e con le calze di Tabio comprate a Parigi ad ottobre (entrambi i capi finora decisamente in-abbinabili).

Marni
Vi dico solo che da Marni c’erano saldi oscillanti tra il 50% e il 75% e che ho passato almeno due ore chiusa negli spogliatoi, provando montagne di roba e monopolizzando 2 commessi.
Io adoro Marni.
Consuelo Castiglione è (insieme alla ‘Sciura Miuccia) la divinità cui consacro tutto il mio fervore modaiolo… però santa pace… la vestibilità!!!
E’ possibile che io oscilli tra la taglia 36 e la 40 a seconda del modello che vado a provare?!?
Queste sono le cose che uccidono noi donne: ti provi una gonna  di Marni taglia 38 e non riesci neppure a chiudere la cerniera e cominci già ad imprecare al pensiero di tutte le schifezze mangiate negli ultimi mesi; poi provi un vestito taglia 36 e ti cade irrimediabilmente addosso penzolando da tutte le parti (il che un pochino ti fa felice, ma nemmeno tanto perché la taglia 34 non esiste e quindi capisci che quel vestito non l’avrai mai).
A me piace avere delle certezze sulla vestibilità di un marchio (se non altro perché sono una fanatica dello shopping online nel periodo dei saldi) ma tant’è: quando si Ama davvero bisogna accettare anche i difetti dell’oggetto del nostro Amore!


– Giacchino Marni tre bottoni in lana e seta grigia.
Il Signor G. ha detto che “fa molto Audrey”, e l’ha detto spontaneamente!
Cioè non c’è stato un dialogo del tipo “Non trovi che questo giacchino sia molto Audrey”, “Sì, sì. E’ proprio Audrey (ma di che parla questa?!?)”. No, lui di sua iniziativa ha detto che il giacchino è molto Audrey. A volte gli uomini mi sconvolgono!


Giacca Marni quattro bottoni in lana color cammello.
Il Signor G. ha detto che fa molto “Nonna”. A volte gli uomini mi sconvolgono e non sempre in senso positivo!

 


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

9 commenti su “Il sacro rito dei saldi.

  • BaiLing

    @missfefe:
    Grazie Amica 🙂
    Come ti ho già scritto in un commento sul tuo blog il ciondolo di Les Jumelles è arrivato oggi, in soli 5 giorni ed è molto carino come puoi vedere dalla foto!

  • utente anonimo

    Amica, mi piace tutto! soprattutto le due giacchette..
    E che disdetta per le Chanel 🙁 ma ti rifarai!
    L’ultima collana è de ‘Les jumelles’? Mi fai sapere com’è quando ti arriva? Avevo una mezza idea di odinare qualcosina anche io!
    ti abbraccio

  • BaiLing

    @Chiaradeanna:
    Grazie mille 🙂
    Per le scarpe ancora mi piange il cuore, però cerco di vedere il lato positivo: tacchi così alti sono impegnativi in tutti i sensi (soprattutto per una che cadendo dalle scale con delle zeppe ai piedi si è rotta un braccio meno di un anno fa :-P) quindi mi toglierò la voglia delle cap toe con delle semplici ballerine.
    Se non altro la spesa consistente sarà valsa la pena perché potrò indossarle in ogni occasione!

  • utente anonimo

    Ciao! è la prima volta che capito qui…e sono rimasta 5 minuti a guardare estesiata le Chanel che purtroppo non sei riuscita ad acquistare! Meravigliose! I tuoi acquisti mi piacciono tutti, soprattutto la giacca di Marni…che non fa per niente nonna, anzi la vedo molto chic! 😉

  • BaiLing

    @Rano:
    Mi sa che in un commento al tuo blog di qualche settimana fa avevo fatto accenno al progetto di una giornata di shopping fiorentina, quindi sono scagionata 😛
    In effetti sono molto soddisfatta dei miei acquisti!
    C’è una sola cosa che mi indispettisce: oggi è arrivata la mantellina che ho preso sul sito di à la garçonne e ci ho dovuto pagare sopra 26,10 euro di oneri doganali… non sai che nervi!!!

    @Nayra Laise:
    Grazie 🙂

    @Vale210975:
    Caspita, mi spiace che non vedi le foto!
    E comunque è vero: lo store di Marni a The Mall è sempre uno scrigno di tesori!!!

    @Lucilla78s:
    Il ciondolo con la medaglietta e la Tour Eiffel l’ho preso sul sito di Les Jumelles che ho scovato leggendo il blog di Alix 🙂

  • Vale210975

    uff non vedo le foto!
    sono andata da The mall la settimana prima dei saldi a scopo puramente speculativo e sono andata via dicendo: l’unico negozio in cui comprerei 1000 cose è MARNI!

  • utente anonimo

    mmmm credo che la prossima volta se non mi dici che passi da Firenze mi toccherà venire a cercarti a tua insaputa!!
    Bel bottino amica mia! Davvero, leggere i tuoi post mostrano quanto ti metta di buon umore girare per negozi.
    Il mio preferito è il maglioncino di Burberry…hai fatto benissimo a prenderlo perchè è un amore davvero.
    Quando ho notato che era qualche gionro che non scrivevi mi sono immaginato che stessi preparando un post di questo tipo. Firenze è mitica per fare shopping.

    Un bacione grande.

    F.