#mytravels. Shopping a Berlino: qualche indirizzo. 15


Per lo shopping di tendenza a Berlino bisogna attraversare la Sprea e raggiungere gli ex quartieri operai della DDR.
Il quartiere che mi ha dato più soddisfazioni è stato sicuramente Scheunenviertel, ma anche Prenzlauer Berg e Friedrichshain possono riservare sorprese interessanti conoscendo gli indirizzi giusti.

Scheunenviertel
In questo quartiere ci sono decine e decine di negozi deliziosi che vendono marchi commerciali, designer locali e pezzi vintage, quindi l’ideale per godersi lo shopping è passeggiare senza una meta ben precisa e farsi ispirare dalle vetrine e dal mood del momento.
Il mio shopping è iniziato da
COS dove ho acquistato un paio di leggins grigio chiaro e un vestito grigio con taglio asimmetrico e maniche a palloncino che avrei potuto scambiare tranquillamente per un Marni.

Come ho già scritto COS ha superato le mie più rosee aspettative: le linee sono pulite, essenziali e chic, e tessuti e rifiniture sono decisamente di ottima qualità se paragonati a quelli del fratello minore H&M.
I prezzi naturalmente non sono così tanto low ma rimangono comunque in un range medio-basso.
COS, Neue Schonhauser Strasse 20

Un negozietto indie molto interessante che ho scovato per caso è Wood Wood con una selezione di designer dai prezzi medio-alti (il danese Wood wood per l’appunto, ma anche Comme des Garçon, Bernard Willhelm, Cheap Monday, Maharishi etc…) ma anche accessori e cosmetici veramente super: io ho trovato gli smalti e i gloss di Uslu Airlines e stavo quasi per mettermi a saltare dalla gioia!

Purtroppo però, nella fretta di scegliere uno smalto tra le decine di colori disponibili (uno più strano dell’altro) ho optato per un violaceo che sull’unghia diventa quasi fucsia.
Che mi serva di lezione: mai comprare uno smalto senza provarlo! 

L’Hackesche Hoefe è una splendida serie di cortili nel cuore di Scheunenviertel pieni zeppi di negozi di ogni genere.
Qui ho scovato per caso l’atelier di una stilista che crea stupendi abiti ed accessori di seta, preziosi come origami: Arrey Kono (che tra l’altro è una signora molto gentile e simpatica che parla anche italiano!)
Io ho comprato una bellissima cintura in seta che è una via di mezzo tra una obi belt e un corsetto e che si annoda con lunghissimi nastri: un autentico splendore che (fortunatamente) era anche in saldo.
Arrey Kono gallery
Hackesche Hoefe, Hof IV

shopping a BerlinoTrippen.
Non avevo mai visto scarpe tanto strane ed originali e lì per lì sono stata capace solo di scattare delle foto e memorizzare mentalmente il nome del marchio: io ero basita e mio papà piuttosto schifato, e con queste premesse come avrei potuto concentrarmi e metabolizzare delle linee tanto ardite?!?

shopping a Berlino TrippenTornata a casa sono andata a studiarmi per benino il sito di Trippen, poi sono andata a spulciare il blog di Susie Bubble come faccio ogni volta che sono in cerca di un’ispirazione, poi sono tornata di nuovo sul sito tedesco più e più volte.
E alla fine di queste lunghe elucubrazioni, ho ordinato online un paio di fantastici sandali con il tacco in legno!
Le scarpe vengono praticamente fatte su misura: una volta scelto il modello infatti si scelgono anche il materiale e il colore (ce ne sono decine, uno più bello dell’altro!) e le spese di spedizione per tutti i paesi europei sono di soli 10 euro.
Se questo primo acquisto andrà a buon fine prevedo che l’infatuazione si trasformerà in Amore Vero e che ci saranno molti pacchetti in arrivo da Berlino nei prossimi mesi!

Friedrichshain e Prenzlauer berg

Anche questi due quartieri (sempre ex DDR) sono piuttosto interessanti ed ospitano atelier di giovani stilisti berlinesi, ma lo shopping è più alternativo (quindi non sempre ha incontrato i miei gusti personali) e anche più impegnativo perchè richiede lunghe scarpinate, cartina alla mano, per scovare gli indirizzi giusti.
Vediamone qualcuno.

Altes Textil Kaufhaus
si possono trovare cose interessanti avendo il tempo di spulciare per bene tra le centinaia di capi esposti.
Non tutto è rigorosamente made in Berlin quindi chiedete quali sono gli espositori dedicati ai designer locali.
Io ho comprato dei bei manicotti in lana di
Bellanaturper pochi euro, ma sono interessanti anche giacchette, mantelle, calze e cappelli dal gusto un po’ folk del marchio suddetto o di Stoffrausch.

Altes Textil Kaufhaus
Boxhagener Strasse, 93

Altri due negozi che sorgono nella stessa zona sono:
Dazu in Kopernikusstrasse 14, per le borse da postino che i berlinesi letteralmente adorano.
Le borse di Liu Gerdes invece sono in tela impermeabile, con inserti in pelliccia o fibre artificiali, molto eccentriche, colorate e piuttosto economiche: costano dagli 80 ai 100 euro (a me non sono piaciute particolarmente, ma de gustibus…).

Ancora borse da postino da Tausche in Raumerstrasse 8, che potete anche acquistare online sul loro sito; sono molto colorate ed economiche ma continuano a non essere il mio genere.
Infine daEast Berlin streetwear della stilista Cora Schwind: felpe, t-shirt, polsiere, sciarpe, scarpe da ginnastica e gioielli in argento.

Svendite
Quando vi recherete in vacanza a Berlino cercate di scoprire se in quei giorni ci sono in programma delle svendite; io sono venuta in possesso per caso di questo misterioso cartoncino e devo dire che è stata un’esperienza davvero interessante.

Immaginatevi i locali di una ex stazione ferroviaria letteralmente stipati di abiti super scontati di marchi locali e non: il paradiso!
Se avessi avuto un pomeriggio da buttare probabilmente avrei scovato chissà quali tesori.
Purtroppo ho avuto un’oretta scarsa con un papà scalpitante e di mal umore ma sono comunque riuscita a portarmi a casa qualcosina.

Questa tunichetta in seta color crema del marchio danese S’nob per 30 euro.
Essendo completamente trasparente l’ho abbinata ad un abito-canottiera in maglina nera di Zara e a una delle mie immancabili obi-belt.


bailing

Informazioni su bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

15 commenti su “#mytravels. Shopping a Berlino: qualche indirizzo.

  • BaiLing

    @Cri:
    wow! che coincidenza incredibile!!!
    I suoi vestiti sono fa-vo-lo-si! E lei è davvero simpatica e gentile!
    Quando la sentirai salutala da parte mia: chissà se si ricorda di una ragazza italiana con un papà mooolto brontolone 😀
    Un abbraccio e grazie mille per questo commento, mi ha fatto davvero piacere!!!

  • utente anonimo

    Ciao!
    Che strano che mi fa leggere della mia ex cognata (mamma del mio supernipotino) su un blog che leggo abitualmente 😀
    Sto parlando di Arrey (Kono). Ha 3 negozi a Berlino (lei abita a Berlino) ma vende in tutto il mondo. E' proprio pazzerella ma simpatica, l'ultima volta l'ho vista durante la mia ultima vacanzina berlinese un paio di mesi fa e mi diceva di essere molto soddisfatta di come sta andando la sua collezione! E' una stilista "recente" esplosa negli ultimi 3/4 anni..

    Un saluto da una tua lettrice -di solito- silenziosa 😉

    Cri
     

  • utente anonimo

    ho trovato il link del tuo blog su quello di un'amica… e non ho potuto fare a meno di vedere questi due vestitini (sono la mia ossessione): il vestito grigio e la tunica bianca sono stupendi!!!!

  • BaiLing

    @Ms. B.
    Grazie tesora! Sono contenta che i miei acquisti ti siano piaciuti!
    Durante il week end ho anche fatto delle foto con gli abiti indossati e le postero' presto.
    Un bacione cara :-***

    @M.
    Grazie! Le scarpe di Trippen arriveranno tra pochi giorni, non vedo l'ora!

    @D.
    Grazie mille 🙂

    @Cristiana:
    E' una citta' davvero bella e spero di tornarci prima o poi!
    Un abbraccio.

    @missfefe:
    Amica sono contenta che la mia mini-guida di shopping ti sia piaciuta!!!
    Appena arrivano i sandali postero' subito una foto!
    Di Cos avevo parlato piu' volte… mi sa che vi ho fatto una testa cosi' con questo negozio 😀
    Pero' hanno delle cose davvero stupende!
    Un bacione cara :-***

  • utente anonimo

    sono un mostro, non ho più avuto tempo di passare! perdonami amica, perdonami!!
    Di questo COS ne avevo già sentito parlare (proprio da te, se non erro), speriamo arrivi in Italia prima o poi, il vestito è bellissimo!
    E fotografa al più presto i sandali, sono curiosissima!
    Un altra splendida guida, adoro leggerle!!

  • utente anonimo

    Bellissimo post.Berlino non finisce mai di stupirmi, e poi grazie a te scopro nuovi luoghi. Mi hai fatto venire voglia di tornanrci
    un abbraccio
    Cristiania

  • utente anonimo

    Sono andata a vedere il sito di Trippen: hanno delle scarpe fa-vo-lo-se!!!
    Sono troppo curiosa di vedere quelle che hai scelto tu.
    Bel post, lo aspettavo e non sono rimasta delusa 😉
    M.

  • utente anonimo

    Che bella recensione amica! Sei troppo esaustiva! Le scarpe mi incuriosiscono troppo..e non vedo l'ora di vederle! mi raccomando, postale SUBITO! 😉 Poi la tunichetta di S'nob (già mi piace questo marchio, solo per il nome! 😉 è stupendissima..abbinata con la obi perfetta! Anche la cintura bustino di Kono è molto molto bella! Devo dire che in un'ora hai saputo colpire alla grande! e fare delle scelte di gran classe..Un bacione! buon we, msbx

  • BaiLing

    @Cécile:
    Non sapevo che Wood Wood ci fosse anche a Parigi!
    E riguardo a Cos… spero tanto che prima o poi arrivi anche in Italia!

    @Ale:
    I sandali di Trippen dovrebbero arrivare entro la fine della prossima settimana, ho ricevuto ieri una loro email.
    E non vedo l'ora di vedermeli ai piedi!!!

  • utente anonimo

    Ma quanto è bello quel vestito di Cos?!? Hai fatto davvero un'ottima scelta.
    E le scarpe che hai fotografato sono veramente stranissime!!
    Sono curiosa di vedere quelle che hai ordinato.
    Ciao.
    Ale