My spring wish list. (Con drammatica cronistoria dell’acquisto di una limited edition su Topshop) 41


Siamo ancora in pieno disgelo e pare che marzo sarà uno dei più freddi a memoria d’uomo, ma bisogna comunque guardare avanti a cominciare a fare il punto sugli acquisti di primavera.

Io vorrei:

– Un paio di c.d. cropped pants (non i famigerati Capri a metà polpaccio però… di quelli ne ho avuto abbastanza 10 anni fa!). Questi nel collage, con lunghezza perfetta poco al di sopra del malleolo, sono di Max Mara ma mi accontenterò sicuramente di qualcosa di più cheap. L’importante è il colore. I miei cropped pants devono essere di un pallido rosa cipria, o come si dice ques’anno nude: li ho visti in sogno abbinati alla mia casacca violacea di Marni e sono settimane che setaccio la Rete invano. Se li avvistate da qualche parte, ve ne prego, fate un fischio!

– Un paio di ballerine Repetto di un colore insensato: arancione, giallo, viola, turchese o magari lilla.

– Un capo della collezione di Mary Katrantzou per TopShop (amica Ottavia sappi che è solo colpa tua!) che esce domani. E speriamo che sia in vendita anche online altrimenti la prenderò molto, ma molto male!

– Una borsa nuova. Non vi voglio tediare più di tanto con i miei colpi di fulmine vecchi e nuovi. Tanto ormai sapete che sono una donna poco affidabile, che non riesco a tenere fede ai miei buoni propositi e che ho le mani irrimediabilmente bucate.

Oggi come oggi le mie due prime scelte sarebbero la Bayswater di Mulberry nel colore fudge (ma anche il giallo intenso mi intriga parecchio) e la Boxer bag di Reed Krakoff in una delle versioni color block.

Ah… quasi me ne dimenticavo! Vorrei anche un paio di pezzi della nuova collezione di Cherry Blossom Girl pour Etam. E’ ispirata alle eroine del cinema e una delle 3 linee è dedicata a Lux, protagonista de “Il giardino delle vergini suicide” (uno dei miei film preferiti di sempre, tratto da uno dei miei romanzi preferiti di sempre!).

Aggiornamento del 17/02:

Ce l’ho fatta! Sono riuscita a comprare la malefica blusa di Mary Katrantzou! Sono invecchiata di 10 anni per le tribolazioni legate all’acquisto ma ce l’ho fatta!

Ecco la logorroica cronistoria di come ci sono riuscita:
Mi sveglio un’ora prima del solito e chiedo al Signor G., che sta scendendo a fare colazione, di portarmi il mio laptop. Con gli occhi ancora semichiusi digito il link “tanto la vendita non sarà neppure iniziata”… INGENUA! Non solo la vendita è iniziata ma la taglia S della mia blusa è già out of stock! Improvvisamente sveglia schizzo fuori dal letto e mi precipito al piano di sotto (la connessione in camera è troppo instabile per tentare un pagamento online), arraffo il portafoglio e mi lancio sul divano.
Il tempo di fare questa veloce operazione e la taglia S è miracolosamente ricomparsa. La metto nel carrello esultante e scopro con orrore che non sono iscritta a Topshop. Vabbé tanto ormai la blusa è al sicuro, quindi compilo diligentemente tutti i campi, torno al carrello… e non trovo più il bottone per fare il check out! E’ scomparso! Sono in preda al panico, comincio a toccare dei tasti a caso e il mio carrello si svuota!
Urlando afferro il pc e corro in cucina per coinvolgere il Signor G. nella disgrazia. La blusa è ormai disponibile nella sola taglia L e io dico cose sconnesse cercando di accaparrarmi almeno quella!
Il Signor G. mi abbandona al mio destino mentre sto cliccando su “check out”.
Sono in preda alla più classica frenesia da acquisto, voglio quella blusa e l’avrò anche se la taglia è sbagliata! Inserisco i dati della mia Visa e sono a metà di un meritato sospiro di sollievo quando compare una pagina a tradimento: Verified by Visa… “cosa cacchio…?!?”.
Fingo di cadere dalle nuvole ma so benissimo di cosa si tratta: è il codice malefico che in passato ha ostacolato più volte i miei acquisti online e che mi sono sempre dimenticata di chiedere alla banca (si deve chiedere alla banca, no?!?).
Impreco contro me stessa e contro la Visa, piagnucolo e mi dispero, inserisco una password a caso ma il codice sembrerebbe composto da SOLE CIFRE! Allora inserisco delle cifre a caso. Nel profondo di me stessa comincio a sentirmi un’idiota ma non mi arrendo e corro a prendere la cartellina degli estratti conto. Inizio a cercare come una disperata quando mi viene un’idea geniale: cambiare carta!
Clicco su indietro anche se c’è scritto che NON bisogna farlo e miracolosamente il mio carrello non si svuota.
Ma il mio livello di isteria è così alto che impiego almeno 5 minuti per capire come cambiare i dati della carta e per inserire quelli dell’AmEx (Santa, Santissima AmEx che non hai stupide procedure di sicurezza, né stupidi sms che mi ricordano quanti soldi ho speso e che mi fanno sentire in colpa!).
Ok, la blusa taglia L è mia ma…
Ma un pensiero criminale si affaccia nella mia mente: magari la S è di nuovo in stock! Torno alla pagina dello shopping e infatti eccola là! Con un sorriso ebete stampato in faccia la metto nel carrello… INGENUA!!! Puoi comprare un solo pezzo di ogni capo! E’ una limited edition!!! Devi PRIMA svuotare il carrello e poi riempirlo di nuovo! Sono terrorizzata da quello che sto per fare ma non riesco a tenere a bada il mio impulso e SVUOTO il carrello.
Cerco di acquistare la S ma è finita di nuovo out of stock. Disperata provo con la M e ci riesco, ma succede di nuovo: NON trovo il tasto per il check out!
Questa volta mi costringo a respirare e a guardare con attenzione la pagina che ho davanti e capisco l’inghippo: la blusa è finita out of stock nonostante fosse nel mio carrello!!!
Come cacchio è possibile?!?
Ricomincio a piagnucolare: ormai sono consapevole del fatto che NON tornerò a dormire dopo l’acquisto (come avevo preventivato), e che se non avrò quella maledetta blusa il mio venerdì 17 sarà a tutti gli effetti un venerdì 17.
Mentre mi dispero riempio e svuoto compulsivamente il carrello, con la maledetta blusa che continua a comparire e scomparire.
Dopo un’ora di tribolazioni sono arrivata alla pagina del pagamento con una M nel carrello, inserisco i dati dell’AmEx, scaccio il pensiero molesto di andare a controllare se per caso è ricomparsa anche la taglia S e pago.
Passa un’ora dal mio tribolato acquisto ed ho ancora l’adrenalina in corpo. Vado a controllare il link della blusa e leggo la famigerata didascalia “sorry, this item is out of stock”.
Sorrido malefica: sono consapevole di non stare per niente bene, ma sono assurdamente fiera di me!

bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

41 commenti su “My spring wish list. (Con drammatica cronistoria dell’acquisto di una limited edition su Topshop)

  • benedetta

    La Bayswater ciclamino e’una cosa da urlo, veramente…. E’un po’pesantina pero’,devo ammetterlo..io continuo a rimuginare..e intanto alla fine prendero’tutto quel che ho visto in saldo…per la borsa di marc mi sto dicendo che se prendo quella colorata,poi posso prendere la Mulberry o chi per lei in un colore più neutro..cosi’con questa “saggezza” il senso di colpa se ne va più in fretta….!!!
    Baci
    PS devo assolutamente darmi una regolata pero’,forse adottero’la regola dei 5 pezzi…

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ecco vedi, non sei la prima che mi scrive che la Bayswater è pesante, e questo è un dubbio che mi frena parecchio!
      Riguardo alla regola dei 5 pezzi amica mia, è stato il mio più grande fallimento dell’anno passato quindi non mi sento di pensare neppure lontanamente all’idea di rispolverarla 😀

  • Benedetta

    Ciao amica, e’veramente un disastro amare cosi’tanto le borse….. Ieri pomeriggio ho visto dal vivo la Mulberry ciclamino, e’meravigliosa!!! In questo momento direi che la Bayswater e’ la borsa che mi attira di piu’, anche se, pur essendo bellissima nei colori forti, penso che opterei per un colore piu’neutro. Il fudge mi piace molto, ne ho vista anche una leggermente piu’scura, diciamo color cognac, che mi piace parecchio…. Mah, non so… Fra l’altro ho già la Margaux di Max Mara simile come modello …. Sono molto confusa… Mi decidero’ mai….? Il giro di saldi ha portato solo una giacca grigia di Alberto biani a un prezzo davvero stracciato, pero’ho visto anche una giacca di pelle color tortora, che penso prendero’, e una borsa di mar c by mar c jacobs color zucca che avrei gia’preso se non mi sentissi terribilmente in colpa a progettare l’acquisto di una Mulberry mentre compro un’altra borsa ancora…
    Cmplimenti per la perseveranza con Topshop! Hai fatto bene ad agire subito, ho guardato adesso e non c’e’piu’niente…
    Buona domenica e un bacione

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Che bellezza: hai visto dal vivo tutte le mie candidate Mulberry!!!
      Il fudge o il cognac sarebbero la scelta più razionale da fare, anche se sono sicura che il ciclamino dal vivo deve essere davvero commovente!!!
      Sono contenta che il giro di saldi sia stato proficuo 😉
      La giacca tortora se il prezzo è buono dovresti prenderla, anche perché in primavera potresti sfruttarla tantissimo!
      E riguardo alla borsa di Marc… non dico nulla! Non sono in condizioni di dare consigli saggi quando c’è di mezzo una borsetta, per di più in saldo 😀
      Baci amica e buona domenica anche a te :-***

  • the brunette

    Bel blog…
    Bella selezione per la primavera….
    Anche io corteggio da tempo una Mulberry Bayswater e devo ammettere che anche la Box bag di Reed Krakoff non mi dispiacerebbe! Dove si può trovare in Italia/Europa?
    Proprio l’altro giorno ho preso dei cropped pants da Max&Co che però a me arrivano alla caviglia 🙂 ma li adoro lo stesso e poi sono di un comodo pazzesco!
    Baci ^^

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao e benvenuta 🙂
      La Reed Krakoff la vendono da Biffi a Milano e da Colette a Parigi (Colette la vende anche online).
      Purtroppo il prezzo in euro non è per niente conveniente: 960 euro contro 1090 dollari.
      Un bacione e buona domenica :-***

  • giulia

    ah ah troppo divertente la tua cronistoria. Naturalmente ci aggiornerai quando la mitica blusa entrerà materialmente in tuo possesso!
    Anche a me piace molto la Reed Krakoff!

  • Ottavia

    Ohh! Alla fine l’hai presa! Che costanza, non so se avrei resistito così tanto 😀 Non vedo l’ora che ti arrivi per vederla indossata! Sono proprio curiosa di vedere come la abbinerai…
    :*

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ce l’ho fatta 😀
      Per gli abbinamenti per ora ho in mente cose molto semplici: ho una gonna blu di Marni che secondo me potrebbe starci da dio, oppure mi ispira l’idea di indossarla con dei semplici pantaloni bianchi e un paio di ballerine!
      Secondo le previsioni di TopShop dovrebbe arrivare il 28 febbraio!
      Baci :-***

  • effi

    la bayswater è una grandissima borsa (mia madre ne possiede una e sta per fare il bis, ovviamente sono pronta al furto:). le braghette sììì, le voglio pure io- anche se mi staranno uno schifo.
    buon weekend cara, la notizia su marzo mi ha steso

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao cara,
      visto che tua mamma ha la Bayswater toglimi una curiosità: è vero che è molto pesante come borsa?!
      Un’altra blogger che ce l’ha si è lamentata molto del peso e la cosa mi inquieta, ho già la Muse che fatico a trascinarmi dietro e sto rimuginando se forse non dovrei prendere la versione small della Bayswater o la East West… ma per entrambe c’è una scelta molto più limitata di colori!
      Un bacione e buon week end anche a te :-***

      P.S. riguardo al meteo di marzo: ho sentito la notizia in un tg e quindi non gli voglio dare molto credito! Ultimamente c’è un certo gusto macabro dei media nel drammatizzare le condizioni metereologiche e nell’esagerare!

  • marta

    haha amica! Bellissima la telecronaca dell’acquisto! sei un pò pazza eh? 😉 Quindi il tuo regalo di san valentino l’hai ottneuto, giusto? Bellissima la tua selezione… anche a me i cropped pants piacciono un sacco! ed avevo già individuato il modello (che pare di una stoffa bellissima) dal catalogo magazine di maxmara… Poi la Bayswater è suprema, il colore supremo. Non avrei dubbi. Invece senti la mia…ho acquistato prima della tormenta di neve dei sandalini piatti ferragamo in grosgrain (non si scrive cosi…sorry) verde smeraldo sul sito di eforpeople, una riedizione dello storico anni 60, superscontato. Oggi mi è arrivato e sono delle ballerine in camoscio giallo! con tacco 1.8 ma non classiche, sono aperte sui lati ed hanno la pelle sul davanti e sul tallone (mi sono spiegata?). All’inizio ero incazzatissima. Poi le ho provate… e fanno un piede da dio! Poi pensando a metterle con cropped pants, le potrei usare anche prima dei sandalini… 😉 Vedremo. Intanto ho scritto email di lamentela. Mi rompe un pò perchè delle scarpe (completamente diverse sono sandali alti) di quel giallo le ho già…ah, che problemi! 😉
    Un bacione!!! msbx

    • Torquemood

      Ciao, le voglio prendere anche io ma non so decidermi sul colore, le uniche su cui ero certa, quelle azzurro cielo, non c’è il mio numero. Potresti dire che il colore è abbastanza veritiero nell’immagine? Come calzano? Sotto sono da risuolare, nel senso che sono scivolose?
      Ti ringrazio.

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao amica!
      Non proprio: ho proposto al Signor G. di regalarmi la famigerata blusa per San Valentino ma ha risposto picche 😀
      Anche perché mi aveva già ordinato per San Valentino l’ultimo libro della trilogia di Jens Lapidus, Life deluxe, ma purtroppo non sono ancora riuscita ad averlo perché il pacco è bloccato da settimane dal malefico Bartolini (che come ci insegna la nostra Vale è il peggio del peggio!!)

      wow… devo andare a farmi un giretto sul sito eforpeople: i sandalini verde smeraldo sembrano una vera chicca ma anche le scarpe gialle non dovrebbero essere da meno!
      Certo che ce ne vuole a scambiarli gli uni con le altre però: o l’addetto ai pacchi è daltonico oppure hanno combinato qualche pasticcio e, finito il modello che avevi ordinato, hanno pensato bene di rimpiazzarlo con un altro a caso!
      Fammi sapere come va a finire, mi raccomando :-***

      • Ms. Bunbury

        Ciao cara! e ciao Torquemood! scusate il mio ritardo…Ero fuori casa e senza pc a portata e non ho capito perchè dal blackberry posso moderare i messaggi e pubblicarli, ma non rispondere! sgrunt!!! (Ipad, prima o poi ti avrò). Mi sembra di capire che vi siete lanciate!!!! :-)) Ho fatto proseliti…;-) ma anche tu gialline BaiLing? Le scarpe calzano la misura del piede, non sono nè abbondanti nè scarse. La suola è in cuoio (quindi forse davanti andrà messa una parte in gomma) ma il tacco è in gomma. Il giallo è bello carico e caldo, tipo un giallo polenta. Per quanto riguarda il reso, non vi so dire se vale sempre (ma cmq non è gratuito); quando io ho scritto loro lamentandomi dell’errore di modello, mi hanno risposto subito dicendo che avrebbero provveduto se avessi voluto a riprendersi le scarpe e ridarmi il denaro. A me sembrano delle scarpette proprio comode, quindi spero sarete felici anche voi! Unico neo…hanno per corriere il Bartolini….e io ho aspettato almeno 2 settimane prima di averle (vabbè che era in piena emergenza neve, quindi forse non vale). Un bacione a voi e buona domenica! msbx

        • Miss Bailing
          Bailing L'autore dell'articolo

          Amica hai fatto decisamente proseliti 😀
          Io ho preso il verde menta (che poi non è il colore dell’estate, a quanto vedo in giro nei blog?!?).
          Mi piacevano molto quelle gialle e quelle azzurro cielo ma non c’era il numero e non mi sono azzardata a prendere il 36,5 visto la pessima esperienza avuta con le Varina!
          La notizia di Bartolini mi avvilisce non poco! Come ti scrivevo sto aspettando un libro da qualcosa come 3 settimane e nonostante non nevichi più da 7 giorni non sono ancora riusciti a consegnare il pacco al mio libraio!
          Comunque non c’è fretta di indossarle e a spedizione donata non si guarda in bocca 😉

  • irene

    Oddio amica che pathos! Per fortuna è finita bene! Comunque mi sembrava di vedere me alle prese con lo shopping compulsivo on-line… Ultimamente ho avuto delle difficoltà proprio con i controlli di sicurezza della carta, mi è comparsa questa malefica scritta chiedendomi di iscivermi ad un servizio di si protezione della banca, io sono passata oltre ma ho letto con terrore ” Questa è l’ultimo acquisto che puoi fare senza iscriverti” nooooo, ormai sono costretta a farlo o niente shopping… Ho finito le carte a disposizione e l’amex è saldamente nelle mani di Paolo…Lui decanta sempre la sua beneamata Amex, dice di usarla sempre online perchè hanno un ottimo servizio di assistenza e se hai problemi ti rimborsano subito, a noi è successo a capodanno, avevamo acquistato dei biglietti per una festa ma poi non ci hanno fatto entrare. L’unico problema è che qui a Parigi non riesce ad usarla perchè chiedono sempre un pin che lui non ha o più probabilmente l’ha perso, conosco bene il mio pollo!
    Mi sono dilungata senza dire in realtà ciò che volevo… Proprio ieri ho visto la nuova collezione di Repetto in negozio, ahhhh che meraviglie! Mi sono innamorata del color pesco e anche di un verde acqua pazzesco!

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      😀 me la ricordo quella scritta malefica “Questo è il tuo ultimo acquisto”… terrificante!!!
      Il servizio clienti AmEx è super: appena vedono dei movimenti strani online ti contattano subito per verificare che sia tutto OK e poi sono davvero efficienti e gentilissimi (cosa molto rara per i servizi clienti italiani!)
      Il PIN è una bella seccatura e ormai cominciano a richiederlo anche qui in Italia.
      A me è andata bene perché ho potuto scegliere le 4 cifre, ma mio papà si è scordato di farlo, ha ricevuto un PIN pre-assegnato ed ovviamente l’ha perso! Comunque si può risolvere chiamando il servizio clienti e facendoselo comunicare di nuovo o cambiare!
      Non vedo l’ora di vedere la nuova collezione Repetto!
      Baci :-***

  • benedetta

    Ciao amica!! Che belle le wish list!! Anche io ho in programma l’acquisto di un paio di ballerine coloratissime, pensavo a porselli. Poi l’altro giorno mi sono imbattuta nel sito rinnovato di anna baiguera e ne ho visto un paio di un bell’arancione. Quest’anno ho voglia di colore, almeno negli accessori.
    Quanto alle borse, come sai sto rimuginando da mesi su quale prendere, e adesso anche io propendo per Mulberry, pur avendo nel cuore anche Celine e la Falabella… Insomma, sono ancora in alto mare..
    Infine, la collezione di Topshop: non ne avevo sentito dire nulla ma sembra proprio bella…!
    Sei sempre una fonte di ispirazione, oltre che una piacevole lettura!
    Oggi pomeriggio ho in programma un tour di shopping nei miei negozi preferiti che hanno messo il 70%..come non approfittare..?!
    Buona giornata cara
    Un bacione

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao cara,
      che disastro con queste borse 😀
      Poi con le tendenze di questa primavera/estate le cose si fanno più difficili che mai: da una parte vorrei un colore classico e tenue perché manca decisamente nel mio parco borse… ma dall’altra come si fa a resistere a tutti questi colori incantevoli?!
      Ho visto la Mulberry in rosa ciclamino su un blog e sono rimasta senza fiato tanto è bella!!
      Le ballerine di Anna Baiguera sono davvero adorabili e potrebbero essere una buona alternativa alle Repetto!
      Come è andato l’ultimo giro per saldi?!
      Buon week end e un abbraccio!

  • Ottavia

    Sì vabbeh. Te dici che è colpa mia per Marni ma io mi sono appena comprata un paio di stringate di Paciotti per colpa di Al. E Torque passa sempre link dei pull a righe perfetti. Cioè, insomma, è un circolo vizioso.

    Ma Alix, nelle foto della sua lingerie, quanto è perfetta? Ha ragione Torquemood, è scoraggiante. E dire che le foto in intimo di solito sono impietose eh. (Poi mi spiaciucchiano vari pezzi della collezione, cuoricioni sul didietro a parte, ma questo è un altro discorso.

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Siamo una vera associazione a delinquere 😀
      Concordo con te: i cuoricioni sul didietro sono abbastanza agghiaccianti! Però le collezioni Lux e Miranda mi piacciono davvero un sacco e non vedo l’ora di toccare con mano a Parigi!
      Baci :-***

  • Lela - Seaseight

    Bellissima la borsa!! La voglio anch’io!!!!!!!!! Grazie dell’info!! Farò presto un post anch’io su quello che mi piacerebbe prendermi 🙂 E’ sempre bello far le liste, anche se poi alla fine non compro mai tutto ciò che vorrei perché non trovo mai niente!!

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao Lela,
      se parli della borsa di Mary Katrantzou con le lanterne, quella è una collaborazione con Longchamp e la trovi sul sito Colette.fr!
      Ci avevo fatto un pensierino anche io ma purtroppo i modelli più economici sono già sold out quindi sto un po’ tentennando!
      Baci :-***

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Mi correggo: sono andata ora a guardare il sito di Colette e hanno riassortito le borse quindi ci sono anche i modelli più economici (da 55, 95 e 125 euro!)

  • Torquemood

    La notizia riguardo a marzo è angosciante.
    La tua wish list è davvero suggestiva, approvo in pieno. Su ASOS ci sono un sacco di pantaloni del colore nude, mi pare, anche nella sezione outlet designer.
    Ot troppe ne sa! 😉
    La maledetta ragazza ciliegia è troppo perfetta e mi scoraggia.
    Quel libro un inverno in cui non ero molto in forma mentalmente, molto prima del film, lo lessi quattro volte di seguito. La scrittura è davvero mirabile; riuscivo a sentire l’odore di quelle foglie in putrefazione.
    Il film chiaramente non poteva che essere molto inferiore.
    Baci tes

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao amica,
      la notizia sul marzo polare l’ho sentita su uno dei telegiornali nostrani quindi gli do credito fino ad un certo punto: si sa che ai nostri giornalisti piace drammatizzare al massimo le previsioni del tempo e questa potrebbe essere una delle fanta-notizie ad hoc!
      A me il film di Sophia Coppola è piaciuto davvero tanto!
      Certo.. Jeffrey Eugenides è superbo (hai letto Middlesex?!), ma Sophia quando è in stato di grazia non è da meno!
      Baci tes, buon fine settimana!