The fashion illustrated. s/s trends: 20’s. 16


Inaugura oggi la nuova rubrica “Fashion illustrated” che tratterà i trends di stagione attraverso le bellissime illustrazioni e i collage della mia amica Al, del blog The Red Dot.
Cominciamo con una delle mie tendenze preferite per la primavera/estate in arrivo: gli anni ’20, che quest’anno impazzano non solo nella moda, ma anche sul piccolo e grande schermo.

L’abito stile charleston nell’illustrazione è di Gucci.

Vi affascinano il proibizionismo, le sue faide e i suoi gangster senza scrupoli? Sicuramente sarete delle Boardwalk Empire addicted (domani sera su Sky Cinema l’imperdibile finale di stagione!).

Oppure preferite la tragica decadenza dell’età del jazz celebrata da F. S. Fitzgerald nel suo capolavoro? Non dimenticate che il 2012 è l’anno dell’attesissimo remake del Grande Gatsby, con Leonardo di Caprio e Carey Mulligan nei ruoli che furono degli indimenticati ed indimenticabili Robert Redford e Mia Farrow.

E se tutti questi spunti cinematografici non bastassero a farvi entrare in un mood deco potete sempre lasciarvi ispirare e conquistare dalle illustrazioni di George Barbier, che fu costumista per Rodolfo Valentino ed autore della monumentale opera Falbalas et Fanfreluches, ovvero L’Almanacco delle mode passate, presenti e future, in cinque volumi.

I nostri tips per interpretare la tendenza.

Da copiare:
– I capelli à la garçonne: pratici e sexy al tempo stesso. Se avete il coraggio di sbarazzarvi delle vostre chiome fluenti.
– I gioielli Art Déco: perfetti in ogni occasione. Cercateli nei mercatini di antiquariato e collezionismo e puntate soprattutto su spille e bracciali.
– Le perle. L’accessorio feticcio di Mademoiselle Chanel, serve aggiungere altro?!
– I cappellini a cloche. Non solo sono très chic, ma aiutano anche a nascondere provvidenzialmente i capelli nelle giornate no.
– La biancheria intima retro.
– Il total white di Daisy Buchanan: per essere impeccabili anche nelle giornate più torride.
– Gli scialli colorati e ricamati: di sera, su abiti molto sobri.

Da evitare:
– Il total look charleston: l’effetto festa in maschera è pericolosamente in agguato.
– Frange, piume e lustrini. Anche in questo caso less is more.

Questo trend è adatto per:
Proprio tutte! Le linee morbide e i drappeggi donano sia alle magrissime che alle più formose, e la lunghezza al ginocchio slancia e valorizza le gambe.

Dove comprare:
La vostra sarta di fiducia potrebbe esservi di grande aiuto: le linee sono sobrie e pulite, quindi facili da riprodurre, e con un bel taglio di stoffa potreste ottenere miracoli (con un occhio al portafoglio).

Setacciate i mercatini per trovare gioielli ed accessori e i negozi online di vintage per scovare qualche abito originale dell’epoca: due indirizzi che mi piacciono molto sono Posh Girl Vintage e Adore Vintage (grazie a Kamila per avermeli segnalati!)

Per le più pigre c’è sempre Zara, dove potete trovare abiti drappeggiati e plissettati da adattare all’uopo con gli accessori giusti. Io invece sto facendo un pensierino su queste due chicche scovate da Al sul sito di Massimo Dutti: vestito plissé e scarpe bicolori, semplicemente perfetti!

bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

16 commenti su “The fashion illustrated. s/s trends: 20’s.

  • Marta

    WOW! ma che bella iniziativa ragazze!!! Complimenti! Qyesto trend mi ispira assai…compresa la minaccia accattivante del taglio di capelli, sono sempre in bilico fra lungo e corto, purtroppo mi piaciocno tutti e due ed irrimediabilmente quando ho uno rimpiango l’altro! Poi adoro Boardwalk Empire…è una serie magnifica! Tutto è magnifico, la sigla è fanstastica. Ed il mitico Nucky non ha bisogno di complimenti… 😉 Un bacione! msbx

  • benedetta

    Cara.. come non essere fan dei roaring twenties?
    Mi sono già procurata al lavoro una fantastica cloche bicolore corda e nera… una chicca. Chissà se poi la metterò, magari anche sì.
    Anche tu fan di Boardwalk Empire? L’ultimo episodio mi ha lasciata atterrita, domani sera mi gusterò il gran finale. E Mildred Pierce? Altra chicca della HBO che gentilmente SKY ha trasmesso… anche questa ambientata tra anni 20 e 30.
    Non ci resta che attendere la primavera per sfoggiare con nonchalance pantaloni fluidi e maglie cascanti.

    xx

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Che bella la cloche bicolore, certo che devi metterla!!
      Essendo una grande consumatrice di telefilm e mini-serie ho adorato Mildred Pierce!
      Fantastica Kate Winslet… e quella strega di Veda?!? Come l’ho odiata!!!
      Un bacione cara, e grazie mille per la lista di outlet 😉

  • giulia

    Che bello! il post è interessantissimo, e quelle illustrazioni semplicemente affascinanti. Adesso il problema è seguire questo trend, che personalmente mi piace molto, senza sembrare mia nonna nei suoi verdi anni 😉

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao Giulia,
      sono contenta che il post ti sia piaciuto!
      La nonnina negli anni verdi mi ha fatto morire 😀
      Ma sono sicura che riuscirai benissimo a reinterpretare la tendenza!
      Un bacione :-***

  • AlmaCattleya

    Anch’io avevo l’idea di realizzare un post sugli anni ’20 visto l’interesse del cinema verso questi anni. Mi piacciono questi anni, ma non sacrificherei mai i miei capelli.
    Credi che la cloche vada bene anche a chi ha un viso tondo come il mio?
    Inoltre per chi è formosa come me cosa potrebbe andare bene? Mi sa che gli accessori possano andare bene.

    P.S.: Pensavo appena realizzo quel post, di mettere un link col tuo. Dopotutto dai consigli di moda che possono essere utili.

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao Alma,
      io invece sai che ci sto pensando seriamente a tagliarli?!
      Vorrei farli crescere con tutta me stessa, ma non riesco a superare questa mezza lunghezza e le punte sono cosi’ sciupate… uff, vedremo!
      Secondo me questa tendenza va benissimo anche per le formose (magari evita lo stile charleston se trovi che metta troppo in evidenza i fianchi) e naturalmente gli accessori sono perfetti per tutte, compresa la cloche!
      Linka pure questo post, mi fa piacere 🙂
      Un bacione :-***

  • Al

    E’ venuto benissimo!!
    Non vedo l’ora di finire gli altri!!
    Il tuo testo è un piacere da leggere amica, dovresti seriamente fare la giornalista di moda. Come ti ho già detto per e-mail lavorare con te è davvero super piacevole e divertente!
    baciiii

    Al

  • Torquemood

    Bellissime illustrazioni, complimenti Al! Ho fatto un giro sul suo blog e mi è piaciuto molto.
    Il taglio degli abiti anni venti mi sta malissimo ovviamente, essendo io una che risalta con la vita alta.
    Approvo le tue scelte sul sito di Massimo Dutti, che cacchio, non lo conoscevo, qui non si finisce mai di imparare, anche se mi lasciano un po’ perplessa le composizioni.

    Le mie scarpette sono in consegna oggi. Appena le ho tra le mani, o ai piedi, ti do tutti i dettagli.

    :****

    • Torquemood

      Arrivate. Non sono malissimo, ma nemmeno proprio fighe. Ma per il prezzo ci stanno. In ogni caso non penso di prenderne un altro paio, hanno una punta un po’ strana.
      Il numero per fortuna è perfetto, che poi alla fine non è un 36,5 ma un 6,5 che per Ferragamo è il 37, lo stesso delle mie Varina.
      Baci e aspetto il tuo parere.

      • Miss Bailing
        Bailing L'autore dell'articolo

        Le mie non sono ancora arrivate (sono da qualche parte in quel di Bologna da un bel po’ di giorni secondo il tracking), pero’ adesso sono preoccupata per il fatto che non ti sono piaciute piu’ di tanto…
        Speriamo bene!

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Il blog di Al e’ fantastico!
      Quando ci sono capitata per la prima volta e ho scoperto che oltretutto lei vive in Belgio, vicinissima alla mia adorata Anversa, stavo morendo!!!
      Sicura che stai male con la vita bassa amica?!