The fashion illustrated. s/s trends: athletic chic. 16


athletic-chic-collage

Quarta puntata della rubrica “Fashion Illustrated” che tratta i trends di stagione attraverso le bellissime illustrazioni ed i collage della mia amica Al del blog The Red-dot.
Se vi siete persi le prime tre puntate potete andare a leggerle qui.

Oggi parliamo di una tendenza davvero controversa: l’athletic chic.
Io ed Al ci siamo interrogate a lungo sulla necessità di parlare di qualcosa che non ci piace ma alla fine abbiamo ceduto al dovere di cronaca.
Da che cosa trae spunto questa tendenza? Ci siamo scervellate a trovare un sostrato storico, abbiamo riguardato le foto di scena di Flashdance e le copertine anni ’80 di Vogu
e… risultato? Niente di niente!
Questo è probabilmente l’unico trend davvero originale ed innovativo di questa stagione
, l’unico che non guarda al passato e che non strizza l’occhio a vecchie mode.

L’athletic chic é nato non a caso sulle passerelle di New York la città salutista per eccellenza.
La città che ha messo al bando il fumo da tutte le aree pubbliche; quella che ha imposto alle grandi catene di fast food di esporre il numero di calorie di ogni piatto servito, per arginare il preoccupante fenomeno dell’obesità e quella che ha dichiarato guerra al sale e alle bevande ipercaloriche.
La città che ha fermato Times Square, il suo crocevia più congestionato e frenetico, per salutare il Solstizio d’Estate del 2011 con una sessione collettiva di yoga nell’ombelico del mondo… riuscite ad immaginare Times Square vibrare sotto il suono mistico di un OM corale cantato da migliaia di voci?!
A me vengono i brividi solo al pensiero!

Nonostante le tendenze salutistiche mi piacciano parecchio non riesco proprio a farmi piacere questa tendenza modaiola.
Che ci volete fare? Sarà che aborro da tutta una vita i tessuti tecnici e le scarpe da ginnastica (sì, pure le Converse) e che per me fare sport significa montare a cavallo, ergo vestirmi sporty-chic significherebbe mettere dei pantaloni da equitazione, una polo bianca e un paio di stivali di cuoio fatti su misura!

E vogliamo parlare del prodotto icona di questa tendenza? Dell’oggetto del desiderio di decine di migliaia di bimbeminkia sparse in giro per il pianeta?

Ragazze, parliamoci chiaro: ma le avete viste?!? Queste scarpe sono il Male assoluto e francamente non riesco ad immaginare cosa possa scattare nel cervello di una donna per arrivare a desiderare un oggetto simile.
Se io mi svegliassi improvvisamente una mattina con una gran voglia di sneakers di Isabel Marant penso che investirei i 500 euro necessari all’acquisto in un ciclo di sedute da un bravo analista perché vorrebbe dire che in me c’è qualcosa che non va!
E non accetto neppure il vecchio detto secondo cui de gustibus non est disputandum
. Qui non stiamo parlando di gusti ma di pura e semplice abiezione estetica!

Detto questo appare evidente che questa puntata della rubrica Fashion Illustrated non vi diletterà con tips e consigli di shopping.
Perché, come direbbe la mitica Mara Maionchi, per me è NO!

Fourth part of “Fashion Illustrated trends” with my friend Al’s beautiful illustrations. (If you missed the other posts you could read it here).
Today we talk about a very controversial trend: the athletic chic.

Al and I were unsure about talking about this trend because we don’t like it, but we have a sense of duty!
This trend doesn’t draw one’s inspiration from Eighties movies as Flashdance or similar: it’s very original and innovative, maybe the only one that doesn’t wink one’s eye at old trends.
It’s not accident that athletic chic was born on New York, because it’s a very health fanatic city.
New York has banished the smoke, forced the big Fast Food companies to display the calories of food, went to war against salt and high-calorie soft drinks and stopped Times Square for a big yoga session on 2011 Summer Solstice.
I’m a little healt fanatic but I dislike this trend, maybe because I hate sneakers and synthetic materials and for me sport means riding horse, and sporty chic means riding pants and custom made riding boots!
The icon of this trends are the Isabel Marant sneakers. Did you see those shoes?!?
My friends, those shoes are the Evil!
We’re not talking about good or bad taste! We’re talking about aesthetic degradation!
Then today I don’t have tips for you because this trend for me is NO!

bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

16 commenti su “The fashion illustrated. s/s trends: athletic chic.

  • benedetta

    Anche a me piacciono quelle con il cappuccio, un mesetto fa ne ho anche presa una nera (da h&m,niente di economicamente impegnativo) che avevo visto addosso a un’amica. Su di lei mi piaceva da matti, io non sono ancora mai riuscita ad usarla!
    Baci amica, buona domenica

  • Marta

    ehehehehe…che ridere mi fate! Beh, sugli scarponcioni della Marant ci si trova a nozze! sono inguardabili… Per quanto io però non disdegni le scarpe “da ginnastica”, come le chiamo sin da bimba. Anzi, non inorridite, ma spesso mi ritrovo ad ammirare le nuove edizioni AIR della Nike. Al momento poi possiedo un paio di Diadora Heritage color blu pervinca con pois (ma come si fa a non adorare le Diadora Heritage?!? mi fanno tornare bimba…), un paio di Onitsuka tiger gialle rigorosamente come quelle di Kill Bill (vedete come sono modaiola anche in fatto di sneakers??? ;-), uno di mitiche SILVER della nike, ma le tengo piu per religione, non le indosso da una vita, ed un paio delle sneakers che vanno ora, simili alle allstar, ma più fighette, di Carla G. Ah, si, aggiungo un paio orribile di runner bianche che indosso solo in palestra. Da queste però ad indossarle sporty chic è dura… Opto spesso per il total sporty. Se devo. Poi ho provato a mettere la maxi gonna con le sneakers tipo allastar. E ammetto che non ci stanno male! Ma non so se sia sporty chic… 😉
    Ciao mie belle maremaionchi! 😀
    msbx

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Amica faccio outing anche io!
      Aborro le scarpe da ginnastica ma ne ho una bella collezioncina: scarponi da trekking estivi ed invernali (che tra l’altro mi spezzano i piedi!); le mie amate Mizuno da running (comprate due anni fa in un momento di pazzia in cui ero decisa a darmi alla corsa e che adesso uso per andare a fare le passeggiate con i cani e per andare al supermercato quando non ho voglia di vestirmi e mi trascino fuori di casa in tuta!); le nuovissime Reebok da crossfit (ma solo perché le ho avute in regalo!); e… tieniti forte… due paia di Puma!!!
      Un paio in pelle dorata e un paio con i colori della Giamaica 😀
      Ovviamente ora non le indosso più ma le conservo amorevolmente in ricordo della mia gioventù un po’ trash!!!
      Il total sporty è senz’altro la mia ancora di salvezza nelle giornate no… ma dovermi impegnare per vestirmi sporty chic, no grazie! Decisamente non fa per me!
      Baci tesora :-***

  • benedetta

    amica, concordo su tutto!! le sneakers di Isabel Marant sono una delle cose più brutte che io abbia mai visto, sono davvero l’emblema del cattivo gusto…
    Le COnverse a me piacciono (anche se le metto solo ed esclusivamente nel tempo libero), ma lungi da me tutti i materiali tecnici e le scarpe da ginnastica … orrore…. pensa che non possiedo nemmeno una felpa (quella però non mi dispiace, è che è talmente lontana dal mio genre che non saprei come portarla)…
    baci e buona giornata 🙂

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao amica!
      Con la felpa hai fatto proprio l’esempio perfetto: piacciono anche a me, specialmente quelle con il cappuccio… e quando sono tornate alla ribalta ci ho fatto anche un pensierino, ma non saprei proprio come indossarle!
      Idem per le Converse: le trovo davvero carine addosso ad altre persone ma su di me… brrrr!!!

  • Punkie

    ahahaha Robby,, mi hai fatto morire! io non sono del tutto contraria alle snakers, quello che è certo però è che non spenderei mai 500 euro per queste qui! le uniche che tollero sono le converse et similaria, da usare anche nel quotidiano per look easy e comodi. Altrimenti ok alle sneakers solo per l’attività fisica. Queste mi sarebbero piaciute a 12 anni, quando appunto ero una bimbaminkia! 😛

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Forse sarebbero piaciute anche a me nell’età in cui ero una bimbaminkia… ricordo di aver indossato cose discretamente orribili durante l’adolescenza 😀