My Wine Travels. Summa 2015.


summa_01

Oggi vi racconto un Evento Green davvero speciale a cui ho partecipato pochissimi giorni fa: Summa, l’evento enologico di Magrè sulla Strada del Vino dedicato ai vignaioli d’eccellenza provenienti da tutto il mondo.
Anche quest’anno Summa, giunto ormai alla sua diciassettesima edizione, ha puntato sulla produzione biologico-dinamica che secondo Alois Lageder, patron dell’evento e proprietario dell’omonima azienda vinicola che vanta una tradizione nel vino da oltre 150 anni, tra le varie forme di coltivazione naturale del vigneto è sicuramente quella più coerente.

[english translations at the bottom of the post]

summa_04

Alois Lageder, vignaiolo carismatico e figura di riferimento nell’evoluzione qualitativa enologica dell’Alto Adige, dal 2004 è infatti associato Demeter, il marchio internazionale che controlla e certifica il lavoro e la produzione degli agricoltori che praticano la coltivazione biologico-dinamica.
Quello biodinamico è riconosciuto oggi come il metodo di coltivazione ecologico più antico della storia ed è basato sulla visione spirituale ad antroposofica del mondo elaborata da Rudolf Steiner.
L’azienda vinicola Alois Lageder si distingue da anni per la filosofia ispirata all’approccio olistico e sostenibile e per la capacità di fondere sapientemente tradizione ed innovazione, con i suoi 50 ettari di vigneti di proprietà lavorati secondo i principi più stretti della coltivazione biologico-dinamica, che punta a mantenere i terreni fertili e a migliorare la salute delle piante e la qualità dei prodotti, mettendo al bando l’uso degli anticrittogamici e puntando invece sull’utilizzo di preparati biodinamici che non contaminano la linfa delle viti.
La comunità internazionale Demeter non solo svolge un importante ruolo di sensibilizzazione in tema di rapporto “uomo-terreno agricolo”, ma si impegna notevolmente anche sul fronte politico, allo scopo di dare voce alle esigenze sia dei coltivatori che dei consumatori, sempre più attenti alla propria alimentazione.

summa_02

summa_05

summa_03

Ad ospitare Summa è stato anche quest’anno l’incantevole Casòn Hirschprunn, il palazzo rinascimentale del XVII secolo di proprietà della famiglia Lageder che, illuminato dalla luce di centinaia di candele, sembrava appena uscito da una fiaba nordica con la bellezza decadente dei suoi grandi saloni.
Durante la nostra giornata a Summa 2015 abbiamo avuto modo non solo di assaggiare la produzione di decine di vignaioli d’eccellenza provenienti da tutto il mondo, ma anche di visitare i vigneti della Tenuta con una gita in carrozza, di scoprire le Cantine con i loro metodi di produzione all’avanguardia e le incantevoli installazioni artistiche e di passeggiare nel giardino della Tenuta con una guida d’eccezione: il giardiniere inglese della Famiglia Lageder.

summa_20

summa_07

summa_08

Altro tema molto caro ad Alois Lageder e che ha occupato una posizione di primo piano a Summa 2015 è quello dell’eco-sostenibilità con l’ambita certificazione di Green Event, rilasciata dall’Agenzia provinciale per l’Ambiente e riservata agli eventi realizzati secondo criteri di sostenibilità.
Le 5 misure principali adottate da Alois Lageder per Summa 2015 in linea con i principi Green Event sono state: l’utilizzo di frutta e verdura stagionale per i pasti, con cibi di provenienza regionale e da agricoltura biologica; la sensibilizzazione del personale sulle tematiche ambientali; l’utilizzo di stoviglie e posate riutilizzabili; la raccolta differenziata dei rifiuti; la sensibilizzazione per una mobilità ecologica.

summa_09

summa_10

summa_11

Ecologia ma non solo: è continuata infatti anche nel 2015 la collaborazione tra Summa e la Onlus altoatesina Aiutare senza Confini, nota per la sua politica di trasparenza e per investire ogni donazione nei propri progetti, coprendo attraverso fondi diversi i costi amministrativi.
Dal 2011 la Tenuta Alois Lageder ha infatti adottato la scuola per profughi New Day al confine tra Thailandia e Myanmar, dove circa 400 piccoli profughi birmani hanno accesso ad un’istruzione e ad un pasto sano e, proprio grazie alla raccolta fondi in occasione di Summa 2014, è stato possibile coprire i costi dell’anno scolastico 2014/15.
Anche i badge  della manifestazione hanno una piccola storia speciale perché sono stati realizzati con entusiasmo ed amore dalle persone che lavorano nei laboratori protetti della comunità comprensoriale Oltradige-Bassa Atesina: ogni prodotto dei laboratori Famos è quindi un oggetto unico che riflette la personalità individuale e il particolare talento di chi l’ha realizzato, donando un’emozione speciale a chi lo riceve.

summa_12

summa_13

summa_14

summa_015

summa_15

summa_16

summa_17

summa_19

summa_18

Summa, that celebrates this year its 17th edition, is a special event with a unique atmosphere that brings together quality-conscious winemakers from all over the world to present their wines at the historical venue of Casòn Hirschprunn in Magrè.
The winery Alois Lageder, that organizes this event, is a Demeter partner from 2004. The Demeter brand stands for products made using biodynamic agricultural methods, the oldest form of ecological agriculture,  traced back to concepts developed by Rudolph Steiner.
Demeter controls and certifies the work of the farmers who employ biodynamic cultivation methodes.
Thus, Demeter not only campaigns for a greater public awareness of the need for Man to practice sustainable agricultural methods and thus protect the arable land of this planet, but it also works towards furthering the goals of farmers employing biodynamic methods and deepening the unterstanding of the needs of nutrition-conscious consumers.
This year Summa was one of the first Green Events to be certified in South Tyrol by the Agenzia per l’Ambiente. Green Events are planned and realised according to criteria of sustainability:  the creation of added regional value, sustainable mobility, choice of local and seasonal food products from organic farms, waste management as well as social responsibility, all play and essential role in this context.
Not only Ecology but also fundraiser: since 2008 the winery Alois Lageder and the humanitarian organization Help without Frontiers, that is known for its transparency and that invests all of its given donation into different projects, have been collaborating.
In 2011 the Alois Lageder winery adopted the New Day school for refuge children on the border between Thailand and Myanmar, where approx. 400 children are taught and can enjoy every day healthy food; thanks to a successful donation campaign for Help without Frontiers during Summa14, it was possible to cover the ongoing costs of the New Day School for the school year 2014/15.
Last but not least also the name badge of Summa15 are very special because are made by people working in protected laboratories of the district communities of Oltradige-Bassa Atesina.
With dedication, love for detail and joy they created unique handmade badges for Summa15, because of this we talk about special people and special products: each products from the Famos Laboratories is unique and shows an individual personality.

Follow on Bloglovin


bailing

Informazioni su bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.