#mytravels. La magia del Natale in Val d’Ega.


mercatino_natale_lago_carezza_01

A 1500 metri di altitudine, incastonato tra le alte cime delle Dolomiti all’ombra del massiccio del Latemar, c’è un piccolo lago alpino dalle acque cristalline, circondato da fitte foreste di pini e abeti rossi.
Qui nella profondità delle montagne si nascondono le miniere d’argento e cristallo dei Nani di Re Laurino e le leggende altoatesine e ladine narrano di Principesse, Ninfe, Stregoni, Giardini Incantati ed Arcobaleni rotti in mille pezzi e gettati nelle acque del lago.
Da quest’anno nel periodo dell’Avvento la cornice fatata del Lago di Carezza ospita un delizioso Mercatino unico nel suo genere: un percorso illuminato da centinaia di candele che si snoda tutto intorno al lago, sculture di ghiaccio, bancarelle luminose che assomigliano a lanterne magiche e la statua della ninfa Ondina, imprigionata nelle acque ghiacciate, a vegliare su questo angolo di Dolomiti così suggestivo ed incontaminato.
Purtroppo per quest’anno il Mercatino di Natale del Lago di Carezza ha già chiuso i battenti ma il prossimo Dicembre vi consiglio di cuore di programmare una visita in Val d’Ega, per ammirare questo piccolo lago alpino nella sua livrea invernale.
Se arriverete poco prima del tramonto potrete godervi lo spettacolo degli stupefacenti colori di cui si tinge il massiccio del Catinaccio che ogni giorno, al calare e al sorgere del sole, ubbidisce al fenomeno dell’enrosadira o, più romanticamente parlando, rende onore alla leggenda legata al suo nome tedesco: Rosengarten che vuol dire per l’appunto Giardino di Rose.
Ad attendervi non ci sarà il solito Mercatino di Natale, ma un percorso magico nel cuore del bosco dove il silenzio è rotto solo dal suono dei corni alpini e l’oscurità è rischiarata da lanterne e candele, perché la favola di Natale del Lago di Carezza è una favola nordica rigorosamente green, dove tutto è ecologico e a km zero e dove è la Natura la vera protagonista.
Potrete scaldarvi al calore di stufe a legna scavate nei tronchi dei pini, mangiare biscotti al profumo di zenzero e cannella e focacce alla canapa ripiene di prosciutto affumicato, assaggiare la pozione di Re Laurino e scoprire il meglio dell’artigianato altoatesino: dal feltro al pino cembro, dalle delizie contadine dei Masi alle tisane di montagna, fino ai formaggi di malga.
Visto che mai come in questo caso le immagini possono raccontare meglio di mille parole, vi lascio con le foto del mio magico week end dell’Avvento sul Lago di Carezza.
[Ph. credits In the mood for Love e Armin-Indio].

mercatino_natale_lago_carezza_02

mercatino_natale_lago_carezza_03

mercatino_natale_lago_carezza_04

mercatino_natale_lago_carezza_05

mercatino_natale_lago_carezza_06

mercatino_natale_lago_carezza_08

mercatino_natale_lago_carezza_09

Weihnachtszauber 12.12.2015

mercatino_natale_lago_carezza_11

mercatino_natale_lago_carezza_13

mercatino_natale_lago_carezza_12

mercatino_natale_lago_carezza_14

mercatino_natale_lago_carezza_15

mercatino_natale_lago_carezza_17

mercatino_natale_lago_carezza_18

mercatino_natale_lago_carezza_19

mercatino_natale_lago_carezza_21

mercatino_natale_lago_carezza_20

mercatino_natale_lago_carezza_22

mercatino_natale_lago_carezza_23

mercatino_natale_lago_carezza_24

mercatino_natale_lago_carezza_25

mercatino_natale_lago_carezza_16

Follow on Bloglovin


bailing

Informazioni su bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.