Come viaggiare in Business Class a tariffa ridotta. 9


Domandina da 100 milioni di dollari: esiste un modo per viaggiare in Business Class a tariffa ridotta?
Sì, esiste.
In realtà esistono diverse strategie più o meno efficaci ma prima di illustrarle è bene fare una premessa e sfatare tutte le leggende metropolitane che circolano sull’argomento.
La premessa è più che altro un avvertimento: badate bene che i viaggi in Business Class sono come le ciliegie, ovvero non se ne ha mai abbastanza!
Con questo voglio dirvi che, una volta sperimentate le delizie di un viaggio a lungo raggio in fully-flat bed, sarà difficilissimo tornare indietro a cuor leggero, e viaggiare in Business Class a tariffa ridotta diventerà una delle vostre ragioni di vita!

business_class_001
Ed ora sfatiamo una volta per tutte le molte leggende metropolitane, mettendo subito in chiaro quali sono le strategie che al 100% NON funzionano.
Arrivare al banco del check in con un biglietto di Economy Class e sperare in un upgrade gratuito NON funziona.
Può accadere che un frequent flyer in possesso di un biglietto di Business Class si veda omaggiare al momento del check in di un upgrade in First. Ma pensare che un comune mortale, passeggero di Economy, si ritrovi magicamente ricollocato in Business aggratis è talmente utopistico che nessuna mente umana dovrebbe neppure provare a concepire un pensiero tanto ardito!
– L’abito non fa il monaco.
E’ incredibile ma ho letto su alcuni siti (anche moderatamente autorevoli) un consiglio francamente ridicolo.
Arrivare al banco del check in con un biglietto di Economy Class alla mano, ma vestiti di tutto punto come uomini d’affari navigati, NON vi varrà un upgrade gratuito.
Ma in compenso avrete portato il vostro vestito buono e le vostre migliori scarpe di cuoio in vacanza a Goa o a Bali.
– Sfighe cosmiche, finti malori ed altri espedienti disperati.
Ritrovarvi a viaggiare per 11 ore vicino a un marmocchio urlante NON muoverà a pietà il personale di cabina facendovi ottenere un upgrade. Se siete molto fortunati e l’aereo non è strapieno potreste venire invitati a spostarvi in un’altra zona dell’aeromobile, ma non aspettatevi di più.
Idem se vi ritrovate a viaggiare su un sedile che non si reclina o con il sistema di intrattenimento danneggiato: le possibilità di passare alla classe di viaggio superiore in questo caso sono direttamente proporzionali al vostro status di frequent flyer il che significa che il comune mortale al 99% rimane in Economy.
Simulare un malore nella speranza di conquistare un fully-flat bed è decisamente una pessima idea!
Come anche presentarvi al banco del check in con una gamba ingessata e chiedere al personale addetto se per caso possono trovarvi una sistemazione un po’ più comoda.
Ho assistito personalmente ad un dialogo del genere tornando da un viaggio a Mauritius e la Signorina al banco ha cinguettato in risposta al ragazzotto italiano che si era rotto il legamento crociato giocando a pallone sulla spiaggia: “Certo Signore, l’upgrade in Business Class costa xxx euro da pagare in contanti”.
Indovinate come è andata a finire?!?
– La questione Luna di Miele.
Circola una leggenda secondo cui a volte capita che gli sposini in Luna di Miele ottengano un upgrade gratuito.
Io non ho mai conosciuto personalmente qualcuno a cui sia successo davvero.

business_class_01

Come avrete capito le parole “upgrade” e “gratuito” non si trovano quasi mai nella stessa frase quando si parla di voli aerei, ma… c’è un ma! 
Nella mia lunga carriera di viaggiatrice mi è capitato in ben due occasioni di essere la Prescelta per un upgrade gratuito in Business Class, ma sempre e solo a causa di problemi di overbooking.
Al ritorno da un viaggio in Turchia ho rischiato di perdere il secondo volo per colpa di un grosso ritardo del primo, il mio posto è stato ceduto ad un passeggero in lista d’attesa ed io mi sono ritrovata magicamente in Business Class.
Una cosa simile mi è successa al ritorno da un viaggio in California: British Airways era in overbooking e proponeva ad alcuni passeggeri in fila al check in di allungare di un paio di giorni la permanenza a spese della compagnia aerea. Al mio rifiuto si sono rassegnati a mettere sul piatto un upgrade… et voilà!
Bisogna dire però che erano altri tempi (i tempi preistorici in cui i voli andavano riconfermati qualche giorno prima per telefono!!!) e che sono almeno 15 anni che non mi capita di sentire le parole “lista d’attesa” ed “overbooking” in un aeroporto.

business_class_02

Analizzate le strategie sicuramente fallimentari passiamo ad analizzare quelle che ci danno una discreta garanzia di successo.
– Acquistare un biglietto di Economy Class sperando di vedersi proporre dalla Compagnia Aerea un upgrade in Business ad un prezzo ridotto prima della partenza.
Mi è successo personalmente su un volo Bologna-Londra: qualche giorno prima della partenza ho ricevuto un’email da British Airways ed ho acquistato un upgrade per una settantina di euro.
All’epoca non ero neppure una frequent flyer British con uno status interessante quindi posso affermare con certezza che sì, queste cose succedono davvero anche ai comuni mortali!
D’altra parte però si tratta di casi assolutamente fortuiti e probabilmente più frequenti sui voli a corto raggio quindi, se desiderate fortissimamente viaggiare in Business Class su un volo a lungo raggio, questa non è la strategia che fa per voi.
– Acquistare un biglietto di Economy Class ed effettuare poi un upgrade con le vostre miglia.
Questa potrebbe rivelarsi una buonissima strategia se viaggiate spesso con la stessa compagnia aerea e avete un buon numero di miglia da spendere ma prima di acquistare il vostro biglietto dovete informarvi bene per non rischiare una cocente delusione.
Innanzitutto dovete accertarvi che il biglietto che state acquistando consenta un upgrade alla classe superiore utilizzando le miglia premio: molte compagnie infatti non consentono questo tipo di upgrade per biglietti di Economy acquistati a tariffa scontata, ma solo per i biglietti flessibili a prezzo pieno (che come sappiamo tutti costano una follia!).
Altra cosa da tenere d’occhio prima di procedere all’acquisto è il numero di miglia effettivamente necessario per ottenere un upgrade sulla vostra tratta.
Quei simpaticoni di Emirates per esempio pubblicizzano la possibilità di ottenere un upgrade “a partire da 9000 miglia” ma in realtà ce ne vogliono ben 65.000 per la tratta Roma-Dubai e ben 85.000 per la tratta Dubai-Bangkok, quindi per ottenere un upgrade sulla tratta a/r Roma-Bangkok vi serviranno qualcosa come 300.000 miglia!!!
Appare chiaro dunque che ci troviamo di fronte al classico esempio di serpente che si morde la coda: se siete soliti viaggiare sempre e solo in Economy Class sarà molto difficile accumulare un numero di miglia così alto, anche visto e considerato che le miglia non sono lifetime ma sono soggette a scadenza!
Quindi il mio consiglio, se volete accumulare miglia per ottenere degli upgrade gratuiti, è quello di fare almeno una/due volte l’anno un volo a lungo raggio in Business Class (e di scegliere compagnie aeree con politiche più flessibili rispetto ad Emirates!)
– Ottenere un biglietto premio in Business Class con le vostre miglia.
Stesso identico discorso fatto sopra: per ottenere un biglietto gratuito su un volo a lungo raggio il numero di miglia necessario è inimmaginabile, quindi accessibile solo a frequent flyers con status altissimi ed un numero di voli annui a lungo raggio di tutto rispetto.
Tradotto in parole povere: non alla portata dei comuni mortali!
– Chiedere un upgrade a pagamento al momento del check in.
Anche questa può rivelarsi un’ottima strategia, specialmente se viaggiate in periodi di bassa stagione, quando è più probabile trovare aerei mezzi vuoti.
Scordatevi quindi Agosto e Dicembre perché, se è vero che gli uomini d’affari in quei periodi non viaggiano per lavoro, è pur vero anche che gli stessi viaggeranno con la famiglia e al 90% non lo faranno in Economy.
E’ bene chiedere sempre, ma devo avvisarvi che mi è successo solo una volta di incappare in un prezzo vantaggioso (di ritorno dal Giappone) e che comunque ero titolare di un biglietto di Economy Plus e quindi ovviamente la differenza di prezzo era più bassa.
E’ possibile anche chiedere un upgrade una volta saliti a bordo dell’aeromobile ma sinceramente non ho la più pallida idea dei vantaggi rispetto ad un upgrade richiesto a terra, quindi si accettano testimonianze e suggerimenti in proposito!

business_class_03

Alla luce di quanto detto fino ad ora cosa deve fare quindi un comune mortale se vuole viaggiare in Business Class a tariffa ridotta, arrivando a destinazione fresco come una rosa?!?
Deve semplicemente iscriversi alle newsletter di tutte le compagnie aeree che ritiene interessanti ed aspettare il momento dei saldi, per acquistare un biglietto di Business Class con uno sconto che oscilla tra il 40% e il 50%.
Ovviamente non dovete aspettarvi di accaparrarvi un biglietto per una tratta a lungo raggio spendendo 200 o 300 euro in più di quello che avreste speso in Economy.
Un  biglietto di Business Class a tariffa ridotta costerà sempre e comunque almeno 2 o 3 volte un biglietto di Economy Class scontato.
Ne vale la pena? Sono punti di vista.
Se potete permettervi di partire per un viaggio e stare fuori 20-30 giorni probabilmente no, perché avrete tutto il tempo per riprendervi dalle fatiche di un volo a lungo raggio in Economy e dai disagi del jet lag.
D’altra parte se i vostri viaggi sono limitati a 10-15 giorni forse vale la pena spendere un po’ di più per il volo e far fruttare al massimo tutto il tempo a disposizione, senza trascinarvi in giro come degli zombie dopo aver trascorso 30 ore consecutive senza dormire!

Business_class_04

Follow on Bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

9 commenti su “Come viaggiare in Business Class a tariffa ridotta.

  • Ale

    io riesco a volare in business quasi tutte le volte gratis . Bisogna semplicemente far finta di avere una malattia che non vi permette di stare in economy . Dovete avere un certificato medico e il gioco e’ fatto.

    • Miss Bailing
      bailing L'autore dell'articolo

      Figuriamoci! Con un falso certificato medico che asserisce una malattia che impedisce di volare in Economy (gravi problemi di circolazione? O magari tendenza tutta italiana alle bufale?!) l’unica cosa che si potrebbe ottenere è il rifiuto all’imbarco da parte della compagnia aerea.
      E se ti dicono “Siamo molto dispiaciuti per il suo problema di salute ma la Business Class è piena” cosa fai? Strappi il certificato medico e ti rassegni a volare in Economy?
      Ma per favore! Lo sai che presentare un certificato medico falso costituisce un reato penale di falso ideologico?!

  • Vava

    Bello questo articolo!
    Peró il colpo di fortuna può capitare anche ai comuni mortali! Un paio di anni fa a causa di un overbooking di British ,ci è stato chiesto di aspettare e se non si fossero presentati tutti i clienti business, ci avrebbero fatto accomodare li. Fatalità all’ultimo secondo si presentano anche gli ultimi tre occupanti della business (che fra le altre erano i capi dell’azienda in cui lavorava mio marito XD). La British quindi come soluzione ci ha proposto di prendere un volo 2 ore dopo in un altro aeroporto, taxi per lo spostamento pagato, arrivo nel centro di Londra e 250€ di rimborso a testa per il disagio. Direi non male visto che non avevamo speso più di 100€ a testa per il volo andata e ritorno! 😀 inutile dire che i soldi li abbiamo reinvestiti per un altro viaggio!

    • bailing

      Ciao Vava, benvenuta e grazie per la tua testimonianza!
      Che consuetudine civilissima quella del rimborso della compagnia aerea per i disagi subiti!
      A me purtroppo è successo una sola volta, su un volo charter AirEurope di ritorno dallo Yucatan: ho fatto un giorno in più di vacanza gratis e ho avuto un voucher da spendere per un altro volo della compagnia, che mi è valso un bel week end lungo a Palermo.
      Non male anche nel mio caso direi 😀

  • Ellecina

    Ma davvero circolano ancora di queste leggende metropolitane? Io sono riuscita ad arrivare allo status di FT sudando 100 camicie, e ora me lo tengo stretto con le unghie e con i denti – ovviamente questo implica volare sempre con la stessa compagnia o comunque network, quindi non ti dico come mi ingegno ogni volo per caricare le miglia! Ovviamente io vivendo in Cina e volando principalmente su tratte intercontinentali accumulo miglia piu’ facilmente (o dovrei forse dire frequentemente), ma ti confesso che non ho cuore di spenderle per fare un upgrade in business class (si’volo tendenzialmente economy, o economy comfort se le tafirre convengono). Che’ ho visto c’e’ in catalogo il Kenwood Cooking Chef…..
    Saluti dalla Cina!
    Elena
    PS in realta’ ho un upgrade al mio attivo, correva il lontano 2008, avevo ancora uno status normale, avevo fatalita’ giusto sufficienti miglia in scadenza e viaggiavo con un amico che aveva lacarta oro! Ma obiettivamente altri tempi, adesso ti diro’ e’ raro trovare un posto libero in tutto l’aeromobile, indipendentemente dal periodo o dal giorno della settimana. E che adesso ci sono sempre piu’ A380 in circolazione, pure!

    • bailing

      Ciao cara!
      Purtroppo sì, circolano ancora di queste leggende metropolitane a dir poco esilaranti 😀
      Anche io mi ingegno tantissimo a volare sempre con le stesse compagnie aeree ed infatti ogni volta che iniziano i saldi vivo il solito dilemma atroce: rimanere fedele a BA e puntare allo Status Gold o accaparrarmi qualche super offerta con altre compagnie aeree?!
      Son problemi!
      Tu con che compagnia voli di solito?
      Io sono molto affezionata a BA non tanto per il servizio (si mangia malissimo pure in Business!!!) quanto perché sono quelli con cui è più facile fare il salto di status… con Emirates e Lufthansa che sono le altre compagnie con cui ho viaggiato e viaggio spesso, nonostante tutti gli sforzi sono sempre ferma al livello più infimo di FT 🙁

  • Giulia

    Amica! Che bello rileggerti! quest’anno sono reduce da tre intercontinentali in Economy e sono mezza morta dal ridere a vedere le strategie che NON funzionano.. genio assoluto il finto uomo d’affari!!! di mio potrei avere una vasta aneddotica personale sul “come non farsi imbarcare il prezioso trolley a mano” su un volo strapieno..Giulia – BA 2-0 !!!

    • bailing

      Amica!!! Come stai?!
      Quando ho letto quella del finto uomo d’affari sono rotolata dalle risate pure io… ma si può?!?
      Ma sai che quelli di BA sono diventati proprio fetenti sulla questione trolley?!?
      Di ritorno dal Canada ho rischiato di vedermelo sequestrare nonostante il biglietto di Business e lo status Silver!
      Non c’è disgrazia più grande di quella di separarsi dal trolley a mano quindi se hai delle strategie che funzionano di sicuro condividi il verbo con noi!!! 😀