#mytravels. Week end d’Inverno: sci e relax in Val d’Ega.


Nel 2015 l’Alto Adige è stato in assoluto il luogo dove ho trascorso più tempo (subito dopo casa mia), con ben 5 deliziose escapade e 20 giorni, suddivisi nell’arco delle Quattro Stagioni, alla scoperta di Masi, Aziende Vinicole, Eventi Enologici, Ristoranti Gourmet, Wellness Resort e Hotel dal fascino d’antan.
L’anno non poteva quindi che concludersi in bellezza con un’ultima vacanza trascorsa in Alto Adige, tutta dedicata allo sci e al relax.

Engel_hotel_02

Engel_hotel_01

Engel_hotel_03
L’ultimo week end dell’Avvento infatti ho avuto l’opportunità di trascorrere quattro intense giornate nell’incantevole Val d’Ega, invitata dall’Ente del Turismo, per raccontarvi tutta la magia del Natale sul Lago di Carezza.
Durante il mio soggiorno sono stata ospite dell’Engel Hotel, uno Spa & Gourmet Resort di Nova Levante, un minuscolo paesino nel cuore delle Dolomiti a mezz’ora d’auto dalla bella Bolzano.
L’hotel è perfetto per una fuga romantica con le sue enormi Suite (noi abbiamo sperimentato la Garten Eden, tutta nei toni dell’azzurro e con una scenografica vasca da bagno al centro della stanza!), la sua Spa con piscina coperta panoramica ed area Saune & Relax e la sua offerta gourmet, in grado di soddisfare anche i buongustai più esigenti.
Quando sono in montagna il mio pasto preferito è la colazione e durante il nostro soggiorno all’Engel abbiamo indugiato ogni mattina in colazioni lunghissime, godendoci i centrifugati di frutta e verdura, le omelette preparate al momento, le tisane alle erbe, lo yogurt di malga, le deliziose confetture homemade, il pane fragrante, i dolci golosi e i salumi e formaggi a km zero e indulgendo, un paio di volte, anche nel piacere di un calice di bollicine.

Engel_hotel_08

passo_lavazè_02

Engel_hotel_04

Engel_hotel_05

Engel_hotel_06
Le giornate all’Engel proseguono in chiave gourmet con un buffet leggero a pranzo e una merenda super golosa con torte fatte in casa, per culminare poi nelle cene di 5 portate cucinate con prodotti biologici provenienti dall’orto dello Chef e dalle malghe della zona, ed annaffiate con i vini di una Cantina che non potrebbe essere più ben fornita!
Il fiore all’occhiello dell’Engel Hotel è però, senz’ombra di dubbio, il Ristorante stellato Johannestube: in cucina lo Chef Theodor Falser e il suo menu Taste Nature, ideato per deliziare gli occhi e il palato con tutti i sapori e i profumi della meravigliosa Natura Altoatesina.
Tutti questi peccati di gola ovviamente vanno in qualche modo espiati ma in montagna, volendo, diventa tutto dolce e lento, anche l’attività fisica!
Purtroppo le bizzarrie climatiche di quest’Inverno ci hanno impedito di sperimentare gli anelli da fondo della Val d’Ega, ma abbiamo comunque potuto sciare a venti minuti d’auto da Nova Levante sull’anello di Coppa del Mondo di Passo Lavazè, inserito dalla rivista tedesca DSV Aktive tra le 10 migliori località per praticare il fondo, e che era perfettamente innevato e battuto nonostante le alte temperature.

Engel_Hotel_07

passo_lavazè_01

Engel_hotel_09

Engel_hotel_10
Le meravigliose giornate di sole ci hanno permesso di sciare praticamente in maglietta, con una media giornaliera di 25 km, macinati di buona lena e sorretti dal pensiero delle coccole e del relax che ci aspettavano al rientro in hotel, tra piscina, saune e Spa.
Per riprendermi dalle fatiche dello sci io ho sperimentato anche un meraviglioso trattamento di 80 minuti che definire un massaggio ayurvedico è riduttivo perché il mio operatore olistico, veramente bravo e competente, ha lavorato anche sui chakra e sui problemi posturali, rimettendomi letteralmente al mondo.
Quest’angolo scenografico ed affascinante delle Dolomiti d’altra parte è un vero paradiso non solo per i fondisti, ma anche per gli sportivi che amano l’adrenalina della discesa e dello snowboard e nei prossimi giorni vi elencherò tutti i buoni motivi per cui uno sciatore provetto dovrebbe scegliere la Val d’Ega per la stagione invernale 2016!

Engel_hotel_11

Engel_hotel_12

passo_lavazè_03

Follow on Bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.