Al fresco eating. Piccoli consigli di stile.


01_al_fresco_tende_da_sole

Eccoci finalmente arrivati al mese di Agosto: mentre iniziamo il conto alla rovescia per le sospirate vacanze estive, cerchiamo di goderci la bella stagione anche in città, sfuggendo all’odiata calura con pranzi e cene rigorosamente al fresco.
Se vivete in campagna come la sottoscritta o se siete i fortunati proprietari di un giardino ombroso in città non avrete problemi: basteranno un tavolo, delle sedie e qualche cuscino colorato per creare un delizioso dehors e godervi i brunch della domenica sotto alle fresche frasche e le cene più romantiche tra lucciole, candele e lanterne.
D’altra parte anche un terrazzo o un cortile in città potranno facilmente trasformarsi in un angolo conviviale: basterà scegliere la soluzione più adatta tra tende da sole, vele, ombrelloni o pergolati fioriti.
Una tenda da sole è sicuramente la soluzione più pratica: potete aprirla e chiuderla all’occorrenza e l’ombra servirà anche a mantenere più fresche le stanze che si affacciano sul cortile o sulla terrazza; d’altra parte, se avrete la pazienza di permettere alla Natura di fare il suo corso, creare una pergola di rose rampicanti o di gelsomini è sicuramente la soluzione più romantica.

02_al_fresco

03_al_fresco

Una volta creata una zona d’ombra per riparare il vostro tavolo dal solleone potrete sbizzarrirvi nella scelta dell’arredamento. Una tendenza che mi piace molto e che ho osservato in molti locali dal gusto hipster è quella dei mobili di recupero: sedie spaiate, vecchi tavoli decapati, lucine colorate e bottiglie di vetro riciclate per contenere mazzi di fiori di campo, creano subito un’atmosfera bohemien che ben si addice ai dehors urbani.
D’altra parte le ispirazioni etniche sono sempre in cima alle mie preferenze: cuscini, lanterne orientali e (perché no?!) un kilim sono complementi d’arredo perfetti per trasformare un angolino della vostra terrazza in un esotico riad.
Abbiamo parlato di tende da sole, di pergolati e di lanterne ma sicuramente un perfetto brunch o una cenetta romantica al fresco richiedono, oltre alla giusta atmosfera, anche un menu ad hoc che sia fresco, leggero ed invitante.
Nelle ultime settimane le nuove Bibbie della mia cucina sono i due Bioricettari di Terra Nuova Edizioni “Frutta e Fiori in Cucina” e “Gelati e Sorbetti Vegani”: due raccolte di ricette rigorosamente vegetariane e vegane, colorate, fresche, originali e super gustose, perfette per la bella stagione!
Tutti conosciamo le basi e sappiamo bene come usare in cucina mele, pere, arance e noci… ma forse non tutti sanno che l’anguria e le fragole possono sostituire egregiamente i pomodori in molte ricette classiche, che i ciliegini vanno d’accordo con le ciliegie, che una spolverata di liquirizia in polvere può rendere sfiziosa la più semplice insalata e che i germogli sono una risorsa decisamente interessante.
E vogliamo parlare di gelati e sorbetti? Quelli vegani sono perfetti anche per chi ha problemi di intolleranza o per chi segue regimi dietetici particolari e nella versione “salata” possono trasformare una banale caprese in un piccolo capolavoro gourmet.
Qualche esempio? Un sorbetto di pomodoro e sedano o un ghiacciolo al gazpacho stupiranno sicuramente i vostri ospiti!

04_al_fresco

05_al_fresco

07_al_fresco

06_al fresco

08_al_fresco

ph. credits: Bohoside, Pomseeds

Follow on Bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.