#mytravels. The Pier, la nuova lounge di Cathay Pacific a HKG. 3


07_cathay_pacific_the_pier_lounge_HKG

Qualche anno fa, quando ancora sopportavo con disinvoltura il disagio dei voli long haul e del jet lag, gli scali in aeroporto erano uno dei miei momenti preferiti e li trascorrevo girando come una trottola.
Beata giovinezza! Ormai mi affatica anche trascinarmi da un gate all’altro e senza il conforto di una lounge in cui stendermi a riposare sono una viaggiatrice finita!
Durante il nostro viaggio in Giappone con Cathay Pacific, grazie agli scali ad Hong Kong abbiamo sperimentato la nuovissima lounge di Business Class The Pier, che ha riaperto i battenti a Giugno dopo un lungo ed attento restauro ed è la più grande lounge al mondo della compagnia aerea, con ben 3306 metri quadrati di confortevolissimi spazi.
La lounge è stata disegnata dallo studio londinese Studioilse e riflette alla perfezione la filosofia del #lifewelltravelled tanto cara alla compagnia.
Arrivando a The Pier potrete togliervi di dosso la stanchezza del viaggio approfittando di una delle 14 shower rooms equipaggiate di tutto punto con prodotti da bagno Aesop e prepararvi per la giornata o per la notte in volo.
Dopo esservi rigenerate con una doccia bollente non vi resta che esplorare la lounge e decidere cosa avete voglia di mangiare.
Oltre al classico ristorante a buffet (arricchito con un vero e proprio corner boulangerie) The Pier ospita infatti un Noodle Bar dove assaggiare tutte le migliori delizie cantonesi (dalla zuppa di wonton ai dim sum) e una sala da tè dove potrete scegliere tra le più pregiate miscele cinesi (rigorosamente in foglia), concedendovi la coccola supplementare di attingere da un piccolo buffet di pasticcini stre-pi-to-si!

Rigenerate e rifocillate non vi resterà che godervi un sonnellino nell’area relax, accoccolandovi beatamente sulle enormi poltrone e dormeuse.
Le lounge di First e Business Class The Pier sono dislocate nel Concourse Nord-Ovest dell’aeroporto internazionale di HKG, tra i gate 62 e 64 e sono aperte dalle 5.30 del mattino fino alla partenza dell’ultimo volo notturno.
Qui trovate tutti i dettagli di ammissione.

Durante il nostro viaggio in Giappone abbiamo sperimentato anche altre lounge, sicuramente meno spettacolari di The Pier ma che hanno comunque contribuito a rendere il viaggio meno pesante:
– The Arrival è la lounge di Cathay Pacific dislocata tra i Terminal 1 e 2 degli Arrivi nell’aeroporto internazionale di Hong Kong. Se avete uno scalo molto lungo e volete trascorrere qualche ora in città o se il vostro volo atterra di mattina presto e dovete aspettare prima di fare check in albergo, una sosta al The Arrival è l’ideale.
Potrete fare una doccia (di mattina presto ovviamente c’è fila, quindi ricordatevi di prenotarla appena arrivate nella lounge), fare colazione e ricaricare gli apparecchi elettronici.
– Nell’International Terminal dell’aeroporto di Haneda la lounge Cathay Pacific è dislocata al Level 6.
Purtroppo, volando in orario notturno, abbiamo potuto sperimentare solo il ristorante a buffet e le poche aree aperte di notte, ma vi consiglio comunque una sosta nell’area relax del secondo piano, per provare le poltrone massaggianti che sono veramente strepitose.
N.B. Se volate da Haneda calcolate bene i tempi perché i passeggeri di Business Class (caso più unico che raro) non hanno diritto al Fast Track ai controlli di sicurezza!
– E ora naturalmente il tasto dolente: il nostro famigerato aeroporto di Fiumicino!
In qualsiasi classe voliate l’aeroporto di Fiumicino riuscirà sempre e comunque a rendere il vostro viaggio il meno confortevole possibile, rassegnatevi!
La Lounge Le Anfore riservata ai passeggeri del Terminal 3 ha un aspetto squallido e dimesso e un buffet a dir poco deprimente con torte salate e panini stantii; inoltre i Fast Track sono dislocati (molto intelligentemente) accanto agli altri controlli di sicurezza, quindi per raggiungerli bisogna letteralmente farsi strada sgomitando in mezzo alla bolgia.
Anche la “questione parcheggio” è in grado di annientare immediatamente il wow effect di volare con una compagnia aerea di buon livello o in una classe di viaggio superiore.
Per limitare al minimo i disagi noi abbiamo sperimentato per la prima volta il servizio di car valet con Aura Parking.
All’andata devo dire che siamo rimasti stupiti per l’efficienza e la rapidità del servizio, mentre al ritorno abbiamo dovuto aspettare la nostra macchina per quasi mezz’ora, ma è comunque un’opzione che vi consiglio, anche perché il sovrapprezzo sulla tariffa standard (che prevede la navetta da e per il parcheggio) è veramente minimo.

06_cathay_pacific_the_pier_lounge_HKG

08_cathay_pacific_the_pier_lounge_HKG

009_cathay_pacific_the_pier_lounge_HKG

10_cathay_pacific_the_pier_lounge_HKG

11_cathay_pacific_the_pier_lounge_HKG

12_cathay_pacific_the_pier_lounge_HKG

Follow on Bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 commenti su “#mytravels. The Pier, la nuova lounge di Cathay Pacific a HKG.

  • ellecina

    Sppi che molto bonariamente ti odio per questo post 🙂 confermo e sottoscrivo tutto quello che hai detto! Tra l’altro l’aeroporto di Hong Kong e’ tra i migliori al mondo come ranking, merita proprio in generale.

    • Miss Bailing
      bailing L'autore dell'articolo

      Cara figurati noi siamo disperati: quando ci ricapita di volare su Hong Kong e di goderci di nuovo The Pier?!?
      Che tra l’altro al Signor G. la città non è piaciuta per niente e l’ha messa nella sua personale Top Ten dei posti orribili… e io invece l’adoro!
      Comunque una volta sperimentata Cathay Pacific sarà davvero dura ritornare alla nostra solita British Airways e alle sconfortanti zuppe di pomodoro della sua lounge di Londra 🙁
      Invece siamo rimasti scioccati dall’esperienza con Dragon Air, tu ci hai mai volato?!
      Noi abbiamo fatto la tratta Haneda – Hong Kong con un volo notturno ed è stata un’esperienza decisamente surreale 😀 😀 😀