My Gypset Travels: 20 indirizzi da non perdere a Ibiza #1. 2


ibiza_01
Strano a dirsi ma fino alle ultime vacanze di Pasqua non ero mai stata ad Ibiza e questa destinazione non era inserita in nessuna delle mie lunghissime wish list di viaggio.
Poi, complice un viaggetto only women e tariffe aeree super stracciate, ho finito per partire ed innamorarmi anche io (con annoso ma incolpevole ritardo) di questa Isla Bonita dalle atmosfere deliziosamente bohémienne.
E come avrebbe potuto essere altrimenti?
Ibiza fuori stagione (badate bene perché è questa la conditio sine qua non per amarla, se avete più di venti anni!) è la destinazione perfetta per gypsetter e boho souls grazie i suoi paesini sonnacchiosi, alle spiaggette segrete, alle piccole chiese candide, agli alberi di limone carichi di frutti, alle bouganville, ai glicini in fiore, ai mercatini hippy e ai tramonti sul mare.
Fuori stagione, quando le discoteche sono ancora chiuse, i ritmi sono lenti e la quiete è assoluta.
Qui potrete godere del lusso di fare quello che vi pare quando vi pare: alzarvi tardi, fare colazione all’ora di pranzo, bere un cocktail in spiaggia all’ora del tè, cenare alle 11 di sera e guidare nelle notti tiepide con tutti i finestrini aperti, per godervi i profumi della campagna e il frinire delle cicale.
A Ibiza non vi servirà altro che un vestito bianco, le vostre amiche del cuore, qualche piuma nei capelli e uno Strawberry Daiquiri con cui brindare (al calare del sole) a quanto può essere bella la Vita.
Che voi scegliate di adottare un mood easy e senza pretese, girando senza meta per lasciarvi ispirare da quello che troverete sulla vostra strada, o che scegliate di affidarvi ai consigli di qualche habitué bon vivant l’imperativo è uno solo: concentratevi sul Nord dell’Isola e sull’entroterra (dove i paesaggi fitti di uliveti ed agrumeti sono punteggiati di candide fincas) per lasciarvi conquistare dalle atmosfere agresti e hippy-chic di questa Ibiza alternativa e segreta.
Io mi sono affidata al mio istinto e ai consigli del mio amico Jean Marc, che sull’Isola è di casa, ed ecco (i primi 10 di) 20 piccoli indirizzi speciali per godervi il vostro gypset travel ad Ibiza.
♥ Casa Shakti.
Un B&B che assomiglia ad un ashram indiano, ospitato in una candida finca del diciassettesimo secolo immersa nella rigogliosa campagna ibizenca.
Qui potrete entrare in contatto con l’energia vitale (shakti), dedicarvi allo yoga e alla meditazione e godervi la compagnia dei 4 dolcissimi cavalli salvati da Elena e Rosie.
♥ Sunset Ashram.
A Cala Conta si compie il rito della “sunset meditation” in stile ibizenco: musica chill out, un cocktail e lo spettacolo da batticuore di un tramonto senza uguali.
(Vi consiglio di evitarlo a cena perché i prezzi sono davvero esagerati anche per una location così suggestiva).
♥ Reina & Roses.

Se vi piace lo stile ibizenco (che è un mix senza uguali di gipsy, hippy e boho-chic) da Reina & Roses impazzirete letteralmente tra kaftani impalpabili, maxi dress, gioielli in stile etnico ed accessori per la casa.
♥ Atzaro.
Definirlo un agriturismo è davvero riduttivo: questo luxury natural hotel immerso in un lussureggiante giardino poco distante da Sant Llorenç de Balàfia è l’indirizzo perfetto per un soggiorno romantico ma anche per un day Spa tra amiche.
♥ Cala Saladeta.
Questa spiaggetta libera affacciata su una splendida baia dalle acque cristalline è la quintessenza dell’affascinante lifestyle ibizenco e dello spirito imprenditoriale dei locali!
Avete presente il disagio di trascinarci dietro tutti i generi di prima necessità sulle spiagge libere nostrane?!
Ecco, a Cala Saladeta è tutta un’altra storia perché qui, senza muovervi dalla vostra postazione sul bagnasciuga, potrete godervi le empanadas fatte in casa da una solerte donnina ibizenca e i cocktail preparati con perizia e serviti di asciugamano in asciugamano da un affascinante giovanotto.

♥ The Giri Café.
Questo delizioso ristorante (aperto come la maggior parte dei locali ibizenchi dall’ora di colazione a quella di cena) sorge sulla piazzetta principale di Sant Juan de Labritja e custodisce un orto-giardino segreto dove sedersi a sorseggiare un cocktail in un’atmosfera assolutamente jungalow, tra piante aromatiche, rampicanti in fiore e lampade marocchine.
La filosofia di questo locale inoltre è assolutamente “conscious” come piace a noi: cibo stagionale, locale e sostenibile, un’attenzione al riciclo e una cucina Mediterranea preparata con Amore, nel rispetto delle materie prime.
♥ Las Dalias.
Las Dalias è uno dei motivi per cui non vedevo l’ora di partire per Ibiza: questo famoso Mercadillo Hippy, che ha celebrato quest’anno il suo trentunesimo compleanno, prometteva meraviglie e non ci ha deluse!
Tra le sue centinaia di bancarelle infatti troverete tutto quello che il vostro cuoricino hippy desidera e, se siete patite dei DIY, vi assicuro che non esiste altro posto al mondo dove trovare spunti così geniali per customizzare il vostro guardaroba!

♥ Angels.
Il paesino di Santa Gertrudis è in assoluto il mio preferito con la sua scenografica chiesa bianca e gialla e la sua piazzetta piena di alberi di limone.
Qui i negozi di abbigliamento ed artigianato valgono tutti una visita, specialmente Angels dove potreste perdervi per ore tra borse, abiti ed accessori pazzeschi (i famosi gilet ricamati in stile ibizenco valgono da soli una visita!)

♥ Natural Pau.
Questo locale delizioso gestito da Fabrizio e dalla sua compagna Mari Pau sorge alle porte di San Antonio, immerso nella quiete di un piccolo giardino tropicale.
Noi l’abbiamo sperimentato a colazione per assaggiare le proposte healthy e coloratissime ma il locale è aperto fino a notte inoltrata ed è famoso anche per le pizze.

♥ Bar Anita.
Una tappa al Bar Anita per tapas e sangria o per assaggiare il famoso Licor de Hierbas è d’obbligo.
Questo tipico bar di paese è rimasto immutato dagli anni ’60, quando era il punto di ritrovo degli hippy, e ha fatto letteralmente la storia dell’Isola.

ibiza_02

ibiza_03

ibiza_04

ibiza_05

ibiza_6

ibiza_07

ibiza_08

ibiza_09

ibiza_10

ibiza_011

ibiza_12

ibiza_13

ibiza_14

ibiza_15

ibiza_016

Follow on Bloglovin


bailing

Informazioni su bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “My Gypset Travels: 20 indirizzi da non perdere a Ibiza #1.

  • La Giulia

    Sai che non è nemmeno fra le mie mete, ma da qualche tempo sento come una specie di richiamo e ora che ti leggo credo di dover aggiungere Ibiza alla mia wish list
    ❤️

    • bailing
      bailing L'autore dell'articolo

      Sì amica, assolutamente!
      Noi siamo state così bene che abbiamo deciso che la “Pasqua ad Ibiza” diventerà una tradizione!!!
      C’è un’atmosfera davvero fantastica e rilassata, il mare è incantevole e lo shopping da urlo: insomma per un viaggio tra ragazze è una delle destinazioni ideali!