In the mood for Sailing #1. La mia crociera nel Mediterraneo a bordo di Star Flyer.



Prima della mia settimana nel Mediterraneo a bordo di Star Flyer, il Veliero a quattro alberi della compagnia monegasca Star Clippers, non avevo mai fatto l’esperienza di una Crociera: adoro le vacanze in barca ma i giganti del mare alti come palazzi di 20 piani, con il loro carico di migliaia di passeggeri e la loro atmosfera da Villaggio Vacanze All Inclusive, decisamente non fanno per me!
Ma quando ho scoperto Star Clippers, la cui nave ammiraglia vanta il primato di essere la più grande imbarcazione a vela ancora in servizio al mondo, mi sono letteralmente innamorata dell’atmosfera romantica e vagamente retrò che immaginavo di poter respirare a bordo delle loro navi e della promessa di vivere un’esperienza molto simile ad una crociera su uno yacht privato.
Come sapete sono solita fantasticare moltissimo sulle mete dei miei viaggi, così tanto che spesso la mia fervida immaginazione finisce per farmi subire la cocente delusione dell’incontro con il mondo reale, ma stavolta il viaggio è stato così perfetto da superare ogni più rosea aspettativa e le mie fantasticherie non sono state affatto disattese dalla realtà.
Star Flyer è un veliero a 4 alberi lungo 115 metri con ben 3365 metri quadrati di superficie velica e può ospitare fino a 170 passeggeri, viziati e coccolati in ogni momento della giornata da ben 80 membri dell’equipaggio.
L’atmosfera a bordo è esclusiva ma al tempo stesso informale e rilassata, tanto che bastano poche ore di navigazione per sentirsi come a casa, perfettamente a proprio agio con la vita di bordo e in sintonia con tutti i romantici rituali di un viaggio per mare a vele spiegate.
Il momento più emozionante della giornata sarà sicuramente quello magico in cui la nave esce dal porto issando le vele sulle note di Conquest of Paradise: non ne avrete mai abbastanza e ogni giorno, vento nei capelli e Champagne alla mano, ve ne starete incantati con il naso all’insù, ad osservare lo spettacolo da batticuore delle vele issate da uno stuolo di marinai in uniforme candida e degli ufficiali impegnati sul ponte di comando.
Il resto della giornata in mare trascorrerà in base al vostro umore e ai desideri del momento: i programmi giornalieri sono fitti di deliziose attività che vanno dalle chiacchiere con il Capitano alla ginnastica del buongiorno e dalle lezioni per imparare a piegare i tovaglioli a forma di cigno all’esplorazione della sala macchine in compagnia dello Chief Engineer.
Ma potrete anche scegliere di affidarvi alle sapienti mani di Belinda, per un massaggio thai o un Lomi Lomi Nui, di trascorrere il vostro tempo oziando a bordo piscina sul Sun Deck (quello a poppa, più riparato dal vento) o di starvene semplicemente  sdraiati sulla rete del bompresso, che è sicuramente il punto più affascinante e spettacolare di tutta la nave e che è diventato fin da subito il mio posto del cuore.
Un attività che vi consiglio assolutamente di provare è quella adrenalinica di scalare the Mast, l’Albero Maestro: confesso che affrontare la salita e l’altitudine richiede una buona dose di coraggio ma sarete ampiamente ricompensati perché la vista che si gode da lassù è uno spettacolo di cui conserverete il ricordo per il resto della Vita!
Il servizio a bordo dei Velieri Star Clippers è equiparabile ad un hotel di lusso, con tanto di couverture serale nelle cabine e l’aspetto eno-gastronomico è tenuto in gran conto, tanto che si mangia ben 6 volte al giorno tra ealry bird breakfast, sontuose colazioni a buffet con omelette preparate al momento, pranzi a tema, merende, cene gourmet di 5 portate e spuntini di mezzanotte e, che abbiate voglia di pasteggiare a Champagne o a Brunello di Montalcino, ogni vostro desiderio enologico sarà soddisfatto dalla fornita cantina di bordo.
I menù prevedono proposte raffinate con un occhio di riguardo per i vegetariani e per chi deve stare attento alla linea ma d’altra parte i foodies avranno solo l’imbarazzo della scelta tra aragoste, gamberoni, frutti di mare, carré di agnello o filetti alla Rossini.
La prima sera a bordo il personale di sala avrà il compito di trovarvi dei compagni di viaggio con cui condividere le serate (tenendo ovviamente conto delle vostre preferenze linguistiche) e vi assicuro che sono così abili nello svolgimento di questa delicata incombenza che con molta probabilità saranno responsabili della nascita di nuove amicizie, come è successo a me con i miei cari compagni di viaggio Enric e Pilar, una coppia di adorabili giornalisti spagnoli con cui ho condiviso una settimana di chiacchiere e risate.
Se sarete molto fortunati poi potrebbe capitarvi di condividere la vostra cena anche con uno degli ufficiali di bordo e di ascoltare qualche storia romantica che narra di tempeste e pirati, o magari di cenare addirittura con il Capitano, per tradizione l’ospite più ambito ad ogni tavolo della nave; d’altra parte però, se siete in viaggio con la vostra dolce metà e non volete rinunciare ad un romantico tête-à-tête, non avrete che da dirlo e troverete ogni sera il vostro tavolo apparecchiato per due.
Il personale di sala, cordiale e sempre sorridente, sarà pronto a soddisfare ogni vostra esigenza e già a partire dal secondo giorno vi saluteranno chiamandovi per nome e si ricorderanno dei piccoli dettagli come l’acqua senza ghiaccio a cena o il tè verde a colazione.
L’intrattenimento di bordo è ovviamente soft e discreto: piano bar e cocktail per accompagnare lo spettacolo del tramonto sul mare, musica dance (o osservazione delle stelle) per tirare tardi dopocena e a volte uno spettacolo folkloristico messo in scena da artisti locali, come è successo a Rodi, dove abbiamo ballato il Sirtaki fino a rimanere senza fiato insieme a un gruppo di danzatori greci.
Insomma a bordo tutto è così piacevole e perfetto che quando la nave attraccherà in porto e sarà il momento di scendere a terra per visitare una città lo farete quasi a malincuore, perché i veri protagonisti delle crociere Star Clippers non sono tanto le destinazioni quanto i Velieri, veri e propri gioielli del mare che vi faranno rivivere come per incanto tutta l’atmosfera romantica della leggendaria navigazione a vela.

Follow on Bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.