#mytravels. Puglia Much More.



Fin da bambina sono sempre stata affascinata dai trulli: queste candide costruzioni dalla forma conica e dall’aspetto fiabesco hanno sempre esercitato un fascino romantico e un po’ magico sulla mia fervida immaginazione e ricordo ancora perfettamente la mia prima volta ad Alberobello, in una torrida Estate della mia infanzia.
“Chissà come sarà vivere in un trullo” mi chiedevo ammirando con il naso all’insù le strane cupole in pietra, segnate con misteriosi simboli propiziatori.
E il sogno infantile di scoprire com’è vivere in un trullo si è realizzato durante il nostro viaggio in Puglia in collaborazione con Renault, grazie a Trulli Online: il sito che riunisce una trentina di incantevoli residenze ospitate in caratteristici trulli e sparse per la Valle d’Itria.
Queste dimore, restaurate con cura e circondate da rigogliosi giardini mediterranei, sono quasi tutte pet friendly e dotate di piscina e rappresentano la soluzione ideale per vivere una vacanza a stretto contatto con la Natura e con il lifestyle di questa Terra baciata dal sole.
Noi siamo state ospiti di Vigne di Salamina, una residenza a metà strada tra il mare e la Valle d’Itria: composta da quattro candide dimore immerse nella rigogliosa campagna pugliese e dotata di accoglienti dehors, Vigne di Salamina mette a disposizione degli ospiti una terrazza panoramica con grande vasca idromassaggio riscaldata e la possibilità di usufruire del servizio di Chef on Request.
Ma non solo, perché Trulli Online mette a disposizione di tutti i suoi ospiti anche altri servizi pensati per rendere una vacanza in Puglia veramente indimenticabile: noleggio di barche da 2 a 15 metri (con la possibilità di organizzare anche pranzi ed aperitivi a bordo), noleggio di autoveicoli (anche con autista), servizio di baby sitting, organizzazione di tour ed escursioni e perfino lezioni di italiano per gli ospiti stranieri che abbiano voglia di imparare un po’ la nostra lingua!
Inoltre, in collaborazione con Puglia Much More, sono stati messi a punto Ecotour ed Experiences per permettere ai viaggiatori di cogliere l’essenza più profonda di questo territorio, interagendo con le tradizioni locali e con la Natura che qui è davvero stupefacente.
Preparatevi quindi ad una vacanza slow alla scoperta dei piccoli borghi dell’entroterra e del mare cristallino; a fare tappa in un’antica masseria per scoprire i segreti di una cucina gustosa e profondamente legata alla tradizione rurale; a riconoscere e raccogliere le erbe spontanee imparando come utilizzarle in cucina; a degustare i migliori vini regionali; ad esplorare grotte antichissime, dolmen, insediamenti rupestri, uliveti monumentali e frantoi ipogei; a perdervi nei profumi della macchia mediterranea; a navigare su un vero peschereccio lunga la costa rocciosa tra Torre Canne e Polignano, imparando le tecniche della pesca tradizionale; a cimentarvi con la Pizzica, un’antica danza popolare; o ancora a scoprire l’arte della ceramica e della cartapesta.
Noi ad esempio, durante il nostro soggiorno, abbiamo visitato un caseificio artigianale per assistere alla produzione di mozzarelle e caciocavalli ed abbiamo poi proseguito la giornata visitando insieme a Fabiana di Puglia Much More la candida ed affascinante città di Ostuni, esplorando le sue viuzze più suggestive ed i suoi angoli più caratteristici ed andando alla scoperta delle antiche botteghe e dell’artigianato locale.
Il nostro tour in questo angolo incantevole di Puglia si è quindi concluso con una visita ad Alberobello e con una tappa a Polignano, che abbiamo ammirato in condizioni meteo a dir poco insolite: siamo infatti arrivate in Paese poco prima di una tempesta di pioggia e di vento che ci ha lasciato un ricordo davvero insolito di questo piccolo gioiello a picco sul mare.

I wore: skirt, Prada; loden jacket, Oberraut Zitt; shoes, courtesy of Rayne London.

I wore: jacket, courtesy of Me by Alia; hat, vintage.

I wore: skirt, Prada; marinière, Asos; hat, vintage; shoes, courtesy of Superga.

 I wore: skirt, tailor made with a Fortuny fabric; turban, Hermès; shoes, courtesy of Le Babe; jacket, courtesy of BPD.


bailing

Informazioni su bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *