#mytravels. In Andalusia con Glamping Hub.



Avete mai sentito parlare del Glamping?! E’ la versione bohémien del camping, una nuova tendenza green e molto gypset per viaggiare a stretto contatto con la Natura, ma senza rinunciare al comfort e allo stile.
Che siate alla ricerca di una tree house, di una romantica cabin in legno persa nel fitto della foresta, di una yurta etno-folk, di un tipis, di una lussuosa safari tent, di un eco lodge, di un igloo o di un carrozzone gitano tutto questo e molto altro potrete trovarlo su Glamping Hub, una collezione di oltre 30 mila strutture rigorosamente glam & wild ospitate in ogni angolo del globo.
Io e la mia amica Linda alla fine di Aprile abbiamo deciso di concederci un‘escapade primaverile in Andalusia e ci siamo affidate a Glamping Hub per trovare una sistemazione che fosse decisamente fuori dal comune.
Poche destinazioni sono affascinanti come il Sud della Spagna, specialmente durante la luminosa ed assolata Primavera Mediterranea quando gli agrumeti sono in fiore e l’aria tiepida è satura di profumi, ed esplorare l’Andalusia in questa stagione ci ha riservato scorci incantevoli e bellissime sorprese.
Dopo aver preso in considerazione diverse strutture la nostra scelta è caduta sulla Finca al Limon, un Eco retreat poco distante dalla città di Malaga ed immerso in una campagna rigogliosa e fitta di agrumeti.
Qui si può scegliere di dormire in una yurta arredata in stile marocchino o in un vero carrozzone gitano e ad accogliervi troverete Maria, una padrona di casa deliziosa che è vissuta per alcuni anni in Italia prima di decidere di tornare nella sua terra natale e di trasformare questa Finca candida in uno yoga retreat rigorosamente green, dove i mobili sono di recupero, l’energia è fornita dai pannelli solari e i complementi d’arredo provengono dai molti viaggi in giro per il Mondo.
Dopo una giornata trascorsa ad esplorare la vivace Malaga, con il suo mercato chiassoso e colorato e la sua incantevole Alcazaba moresca, tornare a rifugiarvi nella quiete di questa Finca per godervi il tramonto tra gli alberi di limone in fiore vi riconcilierà con il mondo: il silenzio surreale di questo paradiso agreste sarà interrotto solo dal gracidare delle rane che popolano lo stagno delle ninfee e i profumi dei fiori e dell’erba tagliata di fresco satureranno l’aria del crepuscolo, invitandovi alla contemplazione.
Al mattino vi aspetterà una deliziosa colazione homemade servita nel patio, a base di genuini prodotti a km zero: preparatevi, ad esempio, a mangiare l’avocado toast più delizioso di sempre, preparato con i frutti di un vicino frutteto biologico ed accompagnato da uova fresche di giornata.
Per esplorare i dintorni affidatevi ai consigli di Maria: è grazie a lei infatti che il giorno della nostra partenza abbiamo fatto una piccola deviazione dall’itinerario prestabilito arrivando fino a Tarifa, una candida cittadina lambita dall’Oceano Atlantico e dal Mar Mediterraneo che sorge nel punto più a Sud dell’Europa Continentale e che si è rivelata una bellissima sorpresa!

Naturalmente per esplorare in lungo e in largo l’Andalusia non potrete fare a meno di una macchina a nolo.
Noi abbiamo deciso di affidarci a NoleggioAuto.it, un portale che permette di confrontare i prezzi delle migliori compagnie di Rent a car e di risparmiare sulla tariffa finale.
Ci sono molte buone ragioni per affidarsi a NoleggioAuto.it: la cancellazione è gratuita, non ci sono commissioni sulla carta di credito, il pagamento è rapido e sicuro e il servizio di Assistenza Clienti è disponibile 24 ore su 24!

Travel Tips:
– Il Mercado Central de Atarazanas è il posto ideale per uno spuntino a base di tapas e fritura malagueña.
– Imperdibile una visita all’Alcazaba, l’incantevole palazzo fortificato che sovrasta la città e le cui mura custodiscono un giardino in stile moresco pieno di agrumi in fiore.
– Il Muelle Uno, con la sua candida promenade, è uno dei più bei porti turistici della Costa del Sol e vale sicuramente una passeggiata. Qui troverete l’unico ristorante stellato di Malaga, quello di Jose Carlos Garcia, e l’avveniristica architettura multicolore del Centre Pompidou.
– Tra il Muelle Uno e il Muelle Dos troverete invece El Palmeral de las Sorpresas, un giardino sul mare composto da 408 esemplari di palme.


bailing

Informazioni su bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.