#mytravels. We love ceramics.



Sono appena rientrata da un week end a Montelupo Fiorentino, un delizioso borgo poco distante da Firenze, dove ho trascorso due giorni super intensi alla scoperta di una tradizione artigianale antichissima che si lega da secoli al nome di questa cittadina: quella della ceramica, che è stata celebrata anche quest’anno con una Festa Internazionale (giunta ormai alla sua 26esima ediizone) che ha visto coinvolti artigiani, artisti e produttori di ceramica provenienti da ogni parte del mondo.
Passeggiando per le vie del borgo, trasformato per tre giorni in un vero e proprio Museo a cielo aperto, abbiamo potuto assistere a spettacoli e performance artistiche a tema ed ammirare opere d’arte perfettamente integrate nel paesaggio urbano, come la magnifica installazione in ceramica che omaggia il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto o il suggestivo spettacolo di luci e suoni che ha riportato alla vita per pochi giorni l’edificio ormai abbandonato dell’ex Fabbrica Fanciullacci.

La Festa della Ceramica è giunta al termine ma Montelupo rimane la destinazione ideale per un week end a tema ceramica ed ecco quindi tre indirizzi imperdibili e alcuni travel tips per un week end estivo nel cuore della Toscana.
 La ceramica a Montelupo ha una storia antichissima che comincia intorno al 1300 (con una produzione ancora arcaica ed a suo modo rudimentale) e culmina nello splendore del 1500, quando il borgo riforniva le più nobili casate fiorentine con manufatti di grande bellezza, trovando una sua cifra stilistica, diversa da quella di altre zone di produzione nel bacino del Mediterraneo, ma senza disdegnare di prendere spunto (in un periodo di fiorenti scambi commerciali) da culture lontanissime.
Una visita al Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino (creato in seguito alla scoperta nel 1973 del Pozzo dei Lavatoi) vi permetterà di ripercorrere l’evoluzione di una produzione che, partendo dai semplici oggetti di uso quotidiano, nel corso dei secoli si è evoluta fino ad assurgere al riconoscimento di vera e propria forma d’arte.
(Il museo è visitabile tutti i giorni da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00, con apertura serale il mercoledì e il giovedì dalle 21.00 alle 23.00).
 E’ invece visitabile solo fino al 15 Luglio la mostra “About a vase – l’archetipo ceramico nell’arte contemporanea” curata da Matteo Zauli, che esplora il vaso e il suo divenire oggetto d’Arte a partire dal secondo dopoguerra, grazie alle esperienze di artisti del calibro di Lucio Fontana e di Picasso.
La mostra, ospitata nelle sale del Palazzo Podestarile, raccoglie le opere di più di 50 artisti provenienti da ogni parte del mondo, con una sezione dedicata alle opere dei Maestri giapponesi che è invece ospitata nella bellissima sede della Prioria di San Lorenzo, immersa in un idilliaco giardino circondato d’ulivi.
– Poco distante dal centro di Montelupo è imperdibile una visita all’Atelier SpazioxTempo dell’artista Marco Bagnoli: un laboratorio e una residenza d’artista, che è prima di tutto una vera e propria opera d’arte immersa nella campagna circostante.
L’edificio che ospita le opere di Bagnoli è stato progettato dall’architetto Toti Semerano ispirandosi ai principi energetici del Feng Shui e alla biodinamica ed è stato realizzato in cemento, legno non trattato e giunco: un’architettura caduca e in divenire che è destinata a riunirsi al territorio e che non ha alcuna presunzione di eternità.
(Visite guidate solo su prenotazione).

Travel tips.
Dormire:
Ad appena 5 minuti di treno da Montelupo il B&B di charme Hall Suites è la sistemazione ideale per un week end romantico nel cuore della città di Empoli.
Qui tutto è luminoso ed elegante, le grandi camere e gli spazi comuni sono arredati nei toni del bianco e del legno e tutto è curato nei minimi dettagli: dalla colazione con le deliziose torte home made ai prodotti da bagno organici.
Mangiare:
Il ristorante I Palmenti è ospitato in un mulino del 1400 e prepara pizze gourmet con una speciale miscela di farina di kamut, estratti d’oliva, bucce d’uva rossa, grano khorasan, farro spelta, avena, gemme di grano e lino dorato, tutti ingredienti con una potente azione antiossidante e che aiutano a tenere a bada il colesterolo.


bailing

Informazioni su bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.