10 Best Instagram spot in Tallinn (parte II).


Seconda ed ultima parte della mia piccola guida dedicata ai 10 Best Instagram spot di Tallinn.
Se vi siete persi la prima parte potete leggerla qui.

♥ Breathe Baby.
Ricordate la scritta “The Times we had”?

Un altro degli aforismi ormai famosi in città è quello che recita “Breathe Baby” e decora il belvedere del romantico Danish King Garden, dove troverete ad attendervi anche le statue bronzee dei monaci Ambrosius, Bartholomeus e Claudius.


♥ What a view!
Affacciandovi dalla Patkuli viewing platform, situata nel cuore della Old Town, potrete godere di una vista incantevole sulle torri e sulle mura difensive dell’antica cittadella e scorgere il Mar Baltico in lontananza.

 ♥ Romantic façades.
Se le porte della città vecchia conquisteranno in un attimo i vostri cuori non sono da meno le facciate degli antichi palazzi, dipinte in ogni tonalità di colore possibile ed immaginabile ed ornate da incantevoli finestrelle dalle forme spesso bizzarre.
Due ottimi esempi (ma passeggiando per la città ne troverete a centinaia!) sono l’antico palazzo verde pallido che sorge al numero 12 di Rüütli Street e la facciata rosa e celeste al numero 5 di Toom-Kooli Street.
Non vi sembrano appena uscita da un film di Wes Anderson?!


♥ A Russian fairytale.
La splendida Cattedrale russa ortodossa di Alexander Nevsky, con la sua suggestiva architettura e le caratteristiche cupole tonde, è uno dei simboli della città e un perfetto Instagram spot da molti e diversi punti di vista.


♥ Save the camera Baby, enjoy the view.
Un altro degli aforismi spuntati sui più famosi belvedere di Tallinn è quello che invita a mettere da parte la macchina fotografica e a godersi il panorama.
Per immortalarlo dovete raggiungere l’antica scalinata che, attraverso 157 gradini, collega la Patkuli viewing platform sulla collina di Toompea alla parte bassa della città.

 


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.