#mytravels. 10 Instagram spot e 10 indirizzi imperdibili a Pondicherry.


Esistono poche città in India Instagrammabili quanto la White Town di Pondicherry con il suo tripudio di facciate color pastello, bouganville in fiore, viali alberati, localini trendy, murales dal sapore bohémien, vecchi rickshaw e romantiche Royal Enfield.
Benché per visitare Pondicherry siano sufficienti un paio di giorni il mio consiglio è di trascorrere qui almeno una settimana, per godere appieno dell’atmosfera incredibile di questa vecchia colonia francese d’Oltreoceano, che è uno degli hub culturali più vivaci dell’intero subcontinente Indiano e che ha da sempre attirato ribelli e sognatori da ogni parte del globo.
Gli Instagram spot a Pondicherry sono pressoché infiniti e potreste tranquillamente riempire la vostra bacheca per mesi e mesi; io ne ho selezionati 10 che ho amato particolarmente, insieme a 10 piccoli indirizzi imperdibili per mangiare, bere o fare shopping.
La città è piena di bellissimi murales: ne troverete di enormi o di piccolissimi disseminati un po’ ovunque tra la White e la Black Town. Molti sono in Rue Romain Rolland ed altrettanti lungo la Promenade Goubert, come questo azzurro cielo, incorniciato da alberi di anacardo.
Le facciate rosa
sono la mia ossessione e una delle più belle in città è quella di Coromandel at La Maison Rose, che ospita al suo interno uno stilosissimo ristorante e una boutique.
I vecchi rickshaw a pedali
che popolano la città vecchia offrono meravigliose occasioni per uno scatto dal sapore vintage.

In Rue Baslieu troverete una delle poche facciate rosse, ovviamente incorniciata da un tripudio di fiori.
Everybody is at home in Pondy.
Niente di più vero di quanto affermato da questo delizioso murales in Avenue Goubert.
Gratitude Heritage
non è solo una delle più belle guest house in città (qui soggiornò perfino una parte della troupe del film Vita di Pi) ma possiede anche una delle facciate più instagrammabili, dipinta in un incantevole color zafferano.

Il popolarissimo murales con la ragazza dalla chioma in fiore è pressoché introvabile a meno che non abbiate l’indirizzo esatto. Et voilà: Petit Canal Street, nel cuore della Black Town.
Non potete lasciare Pondicherry senza aver immortalato almeno una delle centinaia di Royal Enfield che popolano le sue strade.
In Rue Labourdonnais troverete questo bellissimo Ganesha, uno dei numerosi murales dell’artista francese Artiste Ouvrier del cui stile mi sono letteralmente innamorata.
Marché Goubert,
nel cuore della Black Town, è una tappa imperdibile: tra ghirlande di fiori, montagne di marigold e gelsomini profumati, cataste di banane verdi e tripudi di frutta tropicale impazzirete letteralmente!

I Love Pondicherry.
Per mettere a punto il vostro itinerario e per conoscere tutti gli indirzzi e gli eventi più interessanti rivolgetevi ai ragazzi di “I Love Pondicherry” che curano da ormai 10 anni una pagina Facebook ed un account Instagram che, con un totale di oltre 135 mila followers, sono ormai un punto di riferimento in città tanto per i locali quanto per i turisti.
Siva e Gopi potranno condividere con voi il loro punto di vista da insider, rivelarvi gli indirizzi esatti dei più popolari Instagram spot, consigliarvi le escursioni più interessanti alla scoperta dei dintorni di Pondy o ancora indirizzarvi nel vostro shopping equo-solidale.
Per rimanere connessi ed essere aggiornati in tempo reale su tutto quello che succede in città potete anche iscrivervi al gruppo Facebook o a quello su WhatsApp.

10 Indirizzi da non perdere.
Per comprare souvenir deliziosamente kitsch andate da Nirvana in rue Labourdonnais. Le borsette e i portachiavi con le stampe dei vecchi divi di Bollywood saranno un regalo ideale per le vostre amiche!
Una bellissima selezione di brand e designer locali e di capi fairtrade è in vendita da Casablanca, lo shopping mall di Hidesign.
Se adorate i mobili e i complementi d’arrendo in stile coloniale Curio Centre è l’indirizzo che fa per voi, ma fate attenzione: davanti ai meravigliosi letti a baldacchino, agli idoli e ai pannelli di tek finemente intagliati sarà difficile contenere l’impulso di affittare un container su una nave cargo diretta in Europa!
Nel flagship store di Naushad Ali
troverete kaftani ed abiti cuciti con bellissimi tessuti artigianali e decorati con tecniche tradizionali.
Per un brunch o un po’ di shopping vintage l’indirizzo ideale è il popolare Café des Arts, un coffee shop con annessa piccola boutique dall’atmosfera eclettica ed originale.
Per assaggiare la speziatissima cucina del Tamil Nadu in un ristorante a gestione familiare consigliato dai food bloggers locali andate da Appachi Chettinad. Il fish curry e i pakora di verdure sono indimenticabili.
Visitate i Laboratoires Senteurs, che hanno raccolto l’eredità del perfumery department dell’Ashram di Sri Aurobindo, per acquistare profumi, olii essenziali, acque di colonia e prodotti ayurvedici.
♥ 
I migliori croissant in città (anche vegani) li trovate da Bread & Chocolate, sulla Auroville Main Road.
♥ 
L’indirizzo ideale per un signature cocktail è lo Storyteller’s Bar dove vi aspetta un “Wall of Stories” che celebra la città, i suoi abitanti e il suo leggendario passato.
Ma Pondy Cherie
è un delizioso concept store che raccoglie e vende in esclusiva souvenir, capi d’abbigliamento, accessori e complementi d’arredo di brand e designer locali.


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.