#mytravels. The Exchange Hotel.


L’hotel The Exchange sorge al centro di Amsterdam, a pochi passi dalla stazione Centrale e dai canali più pittoreschi, e si affaccia sul famoso Beurs van Berlage e sulla Damrak, una delle vie più vivaci della città.
Questo originale design hotel di 61 camere ha due caratteristiche che lo rendono un luogo assolutamente unico dove soggiornare:
– The Exchange è un fashion hotel con camere tutte diverse l’una dall’altra, ideate e disegnate da alcuni giovani designer dell’AMFI (Amsterdam Fashion Institute).
– Le camere a seconda delle dimensioni, dei dettagli, della vista e delle amenities a disposizione degli ospiti, sono classificate da 1 a 5 stelle.
Così, che siate dei budget travelers o che amiate concedervi un soggiorno di lusso, potrete provare l’esperienza di un pernottamento fashion nel cuore di una città che è tra le più trendy e vivibili in Europa.
The Exchange nasce da un progetto di Otto Nan e Suzanne Oxenaar (che hanno ideato anche il Lloyd Hotel & Cultural Embassy e il Llove Hotel di Tokyo) e da una collaborazione con il Textile Museum di Tilburg (che ha disegnato i tessuti con cui sono state arredate le camere) e con l’AMFI di Amsterdam.
Otto studenti appena laureati in “Design & Fashion” e in “Fashion & Branding” all’Amsterdam Fashion Institute sono infatti stati selezionati per vestire una o più camere dell’hotel come una modella in passerella e hanno tratto ispirazione dalla città, dall’arte olandese e da alcune intramontabili icone di stile per creare ambienti caratterizzati da dettagli unici, capaci di trasportare gli ospiti in universi paralleli ed immaginifici.
Gli studenti, coordinati dal duo di designer INA-MATT, hanno trasformato i tre antichi edifici che ospitano The Exchange (il più vecchio risale al XVII secolo) in un boutique hotel dal concept unico, dove potrete dormire in una suite dedicata a Marie Antoinette (dove i tessuti sono impreziositi con motivi floreali nei toni del rosa) o svegliarvi all’ombra di uno dei collari inamidati indossati dai personaggi che popolano le opere di Rembrandt, rivisitato in versione origami.
Ci sono camere coloratissime ispirate all’India e al Messico, perché se è vero che “Less is more” a volte è altrettanto vero che “More is even better”.
Così troverete tessuti etnici, perline, campanelle, lampadari che assomigliano a giganteschi orecchini e sgabelli con motivi Incas ma anche stanze total white dove il design si ispira ad una rigorosa semplicità.
C’è una stanza ispirata a Frida Kahlo, dove la fanno da padroni tessuti che mescolano folklore orientale, olandese e sudamericano, ma anche una romantica mansarda ispirata alla favola dei fratelli Grimm “Jorinde e Joringel” e una camera dove troneggia una gigantesca crinolina sotto a massicce travi in legno del XVII secolo.
Tutte le stanze (anche quelle di categoria 1 e 2 stelle) hanno WiFi gratuito, TV satellitare a schermo piatto, bagno privato, asciugacapelli, cassaforte, telefono e prodotti da bagno in omaggio, mentre il bonus nelle stanze a 5 stelle sono gli accappatoi e la macchina per il Nespresso.
La colazione si consuma senza limiti di orario al Café Stock, un delizioso “all day breakfast” dove troverete ad attendervi smoothies, pancake rigorosamente homemade, deliziosi caffé, chai latte, ginger tea e spremute in un ambiente accogliente e colorato.


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.