#mytravels. 5 indirizzi per mangiare e dormire a Cracovia.


-Dormire.
Cracovia è una città vivace e con un panorama alberghiero interessante, fatto di hotel moderni e confortevoli con prezzi davvero piccolissimi.
Noi siamo state ospiti del Vienna House Easy che sorge nel business district, poco distante dalla Cracow Opera House e a 15 minuti a piedi dal cuore della Old Town.
L’hotel mette a disposizione degli ospiti un’area fitness con sauna, una reception aperta H24, un ristorante e una sun terrace.
Il ristorante è uno dei punti di forza di questo albergo: la cucina della Chef Małgorzata Strzelecka prende spunto dalla cucina tradizionale e dagli ingredienti stagionali della Regione per creare piatti leggeri, colorati e contemporanei che vi stupiranno piacevolmente.
Anche la colazione non delude le aspettative con un ricchissimo buffet che offre una selezione di prodotti locali freschi, sia dolci che salati.
Le camere sono semplici e confortevoli, coloratissime e funzionali ed offrono agli ospiti acqua minerale, tè e caffè complimentary, high speed WiFi e prodotti da bagno di buona qualità.
Le Junior Suite sono dotate di cucina ed angolo living e sono perfette per soggiorni più lunghi in città o per ospitare famiglie o gruppi di amici.

-Mangiare.
Nel cuore del Kazimierz, l’antico ghetto ebraico, troverete decine di caffé, piccoli ristoranti e birrerie artigianali dove cenare o fermarvi per un aperitivo.
Il micro birrificio Stara Zajezdnia produce una vasta gamma di birre artigianali e birre stagionali aromatizzate al miele o alla frutta ed offre un’interessante cucina gourmet che non ci saremmo mai aspettate di trovare in una birreria.
Lo Chef Janusz Kwaśny ha lavorato in rinomati hotel in Polonia e in Scozia ed è tornato nella sua città natale specializzandosi nella cucina polacca moderna che, ve lo assicuro, vi conquisterà al primo assaggio!
La birreria ha anche uno spazioso dehors con sdraie e tavolini dove godersi le giornate di sole.
In via Szeroka il ristorante ebraico Once upon a time in Kazimierz sembra appena uscito da un libro di favole nordiche e vi incanterà con la sua atmosfera vintage e il sottofondo di musica yiddish.
I pierogi, dumpling locali ripieni di carne o verdure, sono davvero buonissimi così come l’hummus accompagnato da cruditè di verdure e cetriolini homemade.

Per assaggiare la più classica cucina polacca andate da CK Dezerter, un ristorante dall’atmosfera retrò nel cuore della Old Town. Benché la cucina tradizionale sia per lo più a base di carne non mancano delle opzioni vegetariane interessanti come il Borscht a base di barbabietole rosse accommpagnato da uno strudel salato farcito con cavolo cappuccio, entrambi davvero buonissimi!
In città non mancano alcuni ristoranti etnici interessanti come il Tao Garden, un ristorante asiatico con giardino che sorge poco distante dal National Museum. Dumplings e gyoza sono economici e deliziosi e in menu troverete anche sushi, ramen e pad thai.


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.