Paris gourmande: ethnic mood. 11


Pics taken by The Red-dot

Kunitoraya, Japanese restaurant.
39, rue Sainte-Anne.
Per mangiare noodles, riso, zuppe e tempura (rigorosamente con le bacchette!)
Un grazie di cuore alla mia amica Al per avermi dato appuntamento in questo delizioso ristorantino e soprattutto per essersi subita l’immancabile oretta di fila!
Prezzi medio-bassi.

Come here to eat noodles, soups and  delicious tempura (with hashi, of course!). Thanks to my friend Al for choosing this restaurant and for waiting in line almost an hour!
Not very expensive.

Pics taken by The Red-dot

L’alivi, Corsican restaurant.
27, rue du Roi de Sicile.
Non è un ristorante etnico nel vero senso del termine ma la cucina corsa, come quella provenzale, è una cucina regionale che vi consiglio assolutamente di sperimentare.
Oltretutto questo ristorante ha un’atmosfera deliziosamente romantica.
Prezzi medio-alti.

The Corsican gastronomy is not really ethnic, but I advise you to try it. Moreover this restaurant has a very romantic mood.
Quite expensive.


Paris gourmande

Pics taken by me

Le 404, Moroccan restaurant.
69, rue de Gravilliers.
E’ in assoluto il mio ristorante parigino preferito.
Adoro l’atmosfera da vecchio riad e il cibo è veramente impeccabile.
Vi ricordate, ve ne avevo già parlato qui!
I miei piatti preferiti rimangono sempre gli stessi ma stavolta, avendo già mangiato alla Grande Moschea di Parigi l’immancabile tajina di pollo con olive e limone confit, ho preferito optare per la tajina di verdure.
Il servizio nel corso degli anni purtroppo è peggiorato e sarete dissuasi malamente dal prendere delle mezze porzioni. Non date retta! Le porzioni sono abbondanti e quindi, se volete arrivare al dolce, vi conviene partage
r.
Prezzi medio-alti.

This is my favourite restaurant in Paris.
I love the old riad ambiance and the food is superb.
Do you remember, I was talking about it here!
My favourite dishes are the same but, since already eaten my beloved chicken tajina with olive and lemon confit at the Great Mosque, I preferred to taste the vegetables tajina.
The service unfortunately has become a bit rough, and they discourage to share the food.
Don’t pay heed! The portion are huge and, if you want taste the desserts, you have to share.
Quite expensive.

bloglovin


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

11 commenti su “Paris gourmande: ethnic mood.

  • Mariagrazia

    Buongiorno!
    Nella stessa zona del giapponese, in rue Chabanais, c’è un taiwanese (?! comunque, asiatico) buonissimo, Zen Zoo (se lo googli, trovi tutte le info): è piccolo e, per me che odio l’odore del fritto su vestiti e capelli, è un suicido, ma in estate hanno un minuscolo tavolino all’esterno; inoltre, fanno un zenzoo (o bubble tea: te con perle di tapioca) buonissimo! Assolutamente da provare nelle serate estive, girovagando tra le viette del quartiere, fino a Place des Victoires e poi giù, attraverso i giardini del Palais-Royal… che nostalgia!
    Interessante il marocchino: era tempo che ne cercavo uno a Parigi, lo proverò.
    Buona giornata!
    M

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao Mariagrazia 🙂
      Grazie mille per questa segnalazione: io amo tutte le cucine asiatiche e mi piace un sacco sperimentare quindi non appena tornerò a Parigi andrò sicuramente!
      Sai che non ho mai bevuto il bubble tea?!? Mi hai incuriosita un sacco!
      Se ti piace la cucina marocchina prova anche la Moschea di Parigi: io adoro la sala da tè ma anche il ristorante e l’hammam valgono la pena!
      L’hammam l’avevo recensito dettagliatamente qui:
      http://www.inthemoodforlove.it/2009/01/le-premier-jour-de-lannee/
      Un bacione :-***

      • Mariagrazia

        Grazie per il suggerimento: avevo letto il tuo post sulla Moschea e sicuramente la proverò. Ci sono stata solo una volta per il tè e l’ho subito adorata, quindi mi farà piacere tornarci per il ristorante (che non sapevo ci fosse!).
        Buona giornata!

        • Miss Bailing
          Bailing L'autore dell'articolo

          Il ristorante è molto carino e c’è un buon rapporto qualità/prezzo!
          Le tajine non sono buone come quelle del 404 ma valgono comunque la pena e il cus cus mi hanno detto essere molto buono!
          Baci :-***

  • Marta

    Ma che bei posti! Le tue scelte sono sempre originali, e la tua amica Al non è da meno. Mi piacciono tutti e tre! Sarà che poi assaggiare le cucine estere è una mia passione… Pensa che io a Parigi ho faticato a trovare posti decenti in cui mangiare! Ma il problema purtroppo era che quasi tutto l’etnico mi era precluso, perchè viaggiando con mamma e sorella avevo il veto su cucine a detta loro “strampalate”! Cosi mi affannavo sempre alla ricerca di qualcosa di simile a noi ma che non fosse la fregatura del ristorante italiano…insoma, una fatica! 😉
    Prenderò nota per i miei prossimi giri piu liberi…
    Amica hai visto che ho fatto un post con la nostra “figliola”? 😉

    Un bacione…buona giornata e complimenti per le tue esperienze con Grazia! ..ho visto del giretto a Parma…ehe..msbx

    • Miss Bailing
      Bailing L'autore dell'articolo

      Ciao amica!!
      Non mi dire niente: quando vado in vacanza con mio papà è sempre un problema perché lui è di palato delicato ed odia l’etnico! Io ogni tanto ce lo trascino ma mi fa passare la voglia perché mi costringe a fare richieste assurde tipo niente spezie e niente salse 😀
      Io con il giapponese non vado più tanto d’accordo dopo un’intossicazione alimentare, ma questo posticino merita davvero!
      Vengo subito a vedere la nostra bambina 😀
      Il Crossfit mi ha uccisa (comincio oggi a camminare e muovermi senza dolori sparsi) però devo ammettere che è stato un bel vedere 😛
      Baci :-***

      P.S. Ho ricominciato a scrivere in inglese per esercitarmi un po’… tu che sei brava, se noti qualche strafalcione quando mi leggi non esitare a dirmelo!!!

      • Marta

        OKI amica! Brava cmq, fai bene. Io sono pigra e scrivo in inglese una volta su 10, ma mi rendo conto che dovrei sforzarmi di più! Incitiamoci a vicenda! 😉
        haha, immagino il bel vedere…beh, almeno che sia valsa la pena di avere tutti quei doloretti! 🙂