#travels. A Madrid è sempre l’ora giusta per un caffè.


Per il popolo spagnolo il cibo è quasi una religione, e per i madrileni non è diverso.
La capitale è famosa per la cultura delle tapas, prelibatezze salate da gustare a piccoli morsi, ma vanta anche milioni di affascinanti caffetterie: luoghi perfetti per fare una pausa, chiacchierare, navigare in internet o semplicemente sfogliare un libro rilassandosi davanti ad una tazza di caffè o di tè.
Sembra che non ci sia settimana in città in cui una nuova caffetteria o sala da tè non apra a cittadini e turisti e l’elenco potrebbe essere davvero senza fine, ma qui vi consigliamo, come siamo solite fare, solo alcuni dei migliori caffè di Madrid che abbiano sperimentato in prima persona!

Cafelito – quartiere Rastro 
Un vero e proprio tempio del caffè, con l’aroma delle miscele che si sente fin dalla strada che conduce al mercato domenicale del Rastro.
Il Cafelito, con i suoi infissi originali vecchi di 100 e più anni, non è solo un bar, ma anche un laboratorio culturale, una biblioteca, un circolo d’arte e un luogo di degustazione senza tempo.
Anzi, dove il tempo sembra essersi fermato. 
Al momento vengono servite solo colazioni e spuntini, sempre con prodotti bio e di qualità, ma i giovani gestori hanno in programma di introdurre anche cibi salati e aperitivi!

Vailima – Parco del Retiro 
Questa caffetteria e negozio di tè in appena mezza giornata è diventato il mio locale preferito in città!
È perfetto per uno spuntino pomeridiano, per il brunch del week end o per la pausa caffè durante una passeggiata in centro città.
Tutti i pasticcini e le torte sono rigorosamente home made ed ogni giorno cambia il menù del pranzo.
Vailima è uno spazio bianco, in stile shabby chic, con pochi tavoli, un pavimento originale da fotografare e fiori e farfalle stampigliate ovunque. Qui si possono ordinare caffè alla maniera europea, italiana e americana ed anche 150 diverse miscele di tè!

La Ciudad Invisible – Plaza del Sol
Questa meravigliosa caffetteria multifunzionale è il luogo ideale di chi ama viaggiare. La città invisibile infatti è un cafè combinato con una biblioteca di viaggi, dove le persone possono ricercare, leggere, acquistare e consultare i libri e le guide per le prossime mete da visitare.
Il caffè venduto è ecologico ed eco-sostenibile, proviene da piccole piantagioni ed è fatto economizzando al massimo sull’utilizzo di acqua ed energia.
Chi viene in questo locale sa che potrà incontrare altri viaggiatori, mangiare qualche tapas, bere caffè e tè durante il giorno ma anche qualche cocktail sul far della sera.

Circolo delle belle arti – Gran Via
L’edificio che ospita il Circolo delle belle arti, punto di riferimento della vita culturale di Madrid, è davvero imponete, fu costruito agli inizi degli anni venti ed è arricchito con sculture che richiamano l’antica Grecia.
La terrazza panoramica ospita una buona caffetteria ed una vista incredibile sulla Gran Vía e sull’edificio Metrópolis.
Qui sul far del tramonto è possibile gustare uno degli ultimi caffè della giornata, ammirando il sole che lascia spazio alla luna nel bellissimo cielo madrileno. 


Linda

Informazioni su Linda

37 anni, insegnante, viaggiatrice e un sogno: poter correre nei musei come Jules e Jim. Ama fare e disfare le valigie, crede che sia bello partire e anche ritornare. Odiava Milano ed ora non riesce più a farne a meno. È diventata la città che può chiamare casa. *** She is a 37 years old teacher and traveler and she has a dream: run through a Museum like Jules and Jim. She loves packing and unpacking her suitcases because she loves leave and come back. She hated Milan but now she cannot live without, because finally in this city she feels at home.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.