#mytravels. The Great Blue Hole e lo snorkeling in Belize.


Se il Belize è nella vostra bucket list lo sarà sicuramente per la Barrier Reef patrimonio UNESCO (una delle più grandi al Mondo!) e per il Great Blue Hole e quindi un viaggio in Belize non sarà completo senza un volo panoramico ed almeno un’escursione di snorkeling o diving.
Le compagnie aeree che offrono voli panoramici sul Reef e sul Great Blue Hole sono due: Maya Island Air e Tropic Air.
Dopo un lunghissimo scambio di email con entrambe le compagnie e dopo aver perfino preso in considerazione un volo panoramico privato perché non c’era nessuna partenza nelle nostre date abbiamo finito con l’allungare di un paio di giorni il nostro soggiorno a Caye Caulker, raggiungendo poi in giornata l’isola di San Pedro per imbarcarci con Maya Island Air.
Un volo panoramico di un’ora (posto finestrino) costa 215 dollari a persona ed è stata una delle spese migliori di sempre: volare a bassa quota sull’atollo di Lighthouse Reef con le sue incredibili sfumature di blu, azzurro ed acquamarina è stata una delle esperienze più belle della mia vita e quando abbiamo raggiunto il Great Blue Hole avevo le lacrime agli occhi per l’emozione.
Dopo il volo e prima di tornare a Caye Caulker ci siamo concessi un brunch a base di avocado toast e limonata homemade da Juice Dive che è proprio a metà strada tra l’aeroporto di San Pedro e il pier dove attraccano i ferry che fanno la spola tra le isole.

La maggior parte delle agenzie locali offre escursioni di una giornata per fare diving all’interno del Great Blue Hole, che Jacques Cousteau ha definito come uno dei dieci siti di immersione più interessanti al mondo (occorre un brevetto di secondo livello) o per fare snorkeling sulla barriera corallina che circonda la voragine (larga oltre 300 metri e profonda 123!).
Dopo aver rimuginato per giorni sul da farsi alla fine, non avendo il brevetto da sub, abbiamo preferito evitare le 4 ore di barca tra andata e ritorno che sono necessarie per raggiungere il Great Blue Hole da Caye Caulker ed abbiamo optato per delle escursioni di snorkeling in due riserve marine più vicine all’isola.
La scarsa presenza di turisti (Agosto è già di per sé bassa stagione ed il coprifuoco di certo non ha aiutato!) ha seriamente messo a rischio la possibilità di fare queste escursioni perché il numero minimo di partecipanti richiesto da molte agenzie è di 6 e quindi alla fine tutte le prenotazioni fatte dall’Italia sono saltate, compresa la celebre giornata in barca a vela organizzata dai ragazzi di Raggamuffin Tour.
Nonostante i problemi non ci siamo lasciati scoraggiare ed ogni giorno abbiamo girato in bicicletta tutta Caye Caulker alla ricerca di qualcuno che uscisse in mare, riuscendo alla fine a portare a termine ben tre escursioni!
Le escursioni di mezza giornata (con acqua, spuntino a base di frutta e noleggio dell’attrezzatura da snorkeling) costano 45 dollari a persona e vi portano a nuotare nella Riserva Marina locale, mentre le escursioni di una giornata (con acqua, pranzo, spuntino a base di frutta, rum punch ed attrezzatura da snorkeling) costano 90 dollari a persona ed esplorano la Hol Chan Marine Reserve, uno dei siti più popolari di tutti i Caraibi.
Gli itinerari sono gli stessi con tutte le agenzie e comprendono diversi spot dove fare snorkeling in solitaria o guidati: ad attendervi troverete una fauna stupefacente con squali nutrice, tartarughe marine, razze, aquile di mare, lamantini, pesci scorpione, red snapper, cavallucci marini, tarpoons, barracuda, pesci farfalla, pesci pappagallo, pesci sergente, aragoste, stelle marine e chi più ne ha più ne metta!
Le agenzie locali che abbiamo sperimentato (tutte più o meno allo stesso livello) sono la Caveman Snorkeling Tours, la West Coast Snorkeling Tours e la Salt Life Eco Tours.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da In the mood for Love (@missbailing)


Miss Bailing

Informazioni su Miss Bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 27 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.