#mytravels. Isle of Skye.



All’inizio di Marzo, durante il mio viaggio in Scozia per la campagna #OMGB di Visit Britain, mi sono bastate poche ore a Isle of Skye per rimanere letteralmente stregata dalla sua bellezza selvaggia e struggente e, siccome è vero che al Cuore non si comanda, eccomi qui a raccontarvi del mio secondo viaggio a distanza di appena 3 mesi.
Se alla fine dell’Inverno a farmi innamorare di Skye erano stati i suoi paesaggi drammatici, con le montagne incappucciate di neve e le aspre scogliere a picco sul mare, all’inizio dell’Estate a conquistarmi sono state le sue “notti bianche”, la luce incantevole e i colori puri e cangianti.
Nelle giornate in cui il meteo è clemente infatti, i verdi e gli azzurri di quest’Isola sono così intensi e struggenti che vi sembrerà di vederli per la prima volta in vita vostra, durante la golden hour tutto si trasforma in oro liquido e quando finalmente il Sole si tuffa nell’Oceano, a sera ormai inoltrata, il cielo si tinge di ametista e le ombre si allungano sulla brughiera disegnando un paesaggio da fiaba.

5 scorci indimenticabili che vi faranno innamorare di Isle of Skye.
 Uno dei panorami più spettacolari di tutta Isle of Skye è quello che si gode arrampicandosi fino ai piedi di Old Man of Storr, lo spettacolare pinnacolo di roccia alto 55 metri e visibile a miglia di distanza che sorge nella penisola di Trottenish ed è un po’ il simbolo dell’Isola.
Il sentiero per raggiungerlo è ripido e scosceso, specialmente nell’ultimo tratto, quindi vi consiglio di scegliere una giornata di sole, di prendervi il vostro tempo e di non lasciarvi scoraggiare dalla stanchezza: quando arriverete in cima infatti vi basterà lasciar correre lo sguardo oltre la brughiera color smeraldo, le cime rocciose e i laghi, fino all’Oceano che brilla in lontananza, per essere ampiamente ricompensati di ogni fatica.
 Uno dei luoghi più magici di Isle of Skye sono le Fairy Pools, una serie di incantevoli cascate e piscine naturali di acqua cristallina formate dal fiume Brittle che, nascendo dalle cime selvagge dei Black Cuillins, attraversa una brughiera romantica e solitaria.
Qui l’atmosfera è così fiabesca e surreale che vi sembrerà di potervi imbattere da un momento all’altro nelle creature del Sidhe e, se non vi lascerete intimorire dalla temperatura dell’acqua, potrete concedervi un bagno in una cornice davvero spettacolare.
 Quella delle Mealt Falls è una delle vedute più scenografiche di tutta Isle of Skye.
Queste cascate formate dalle acque del Loch Mealt incontrano l’Oceano dopo un salto di circa 55 metri dall’alto di Kilt Rock, una scogliera spettacolare dalla forma bizzarra che ricorda un kilt scozzese.

 Se amate camminare concedetevi almeno una giornata di trekking nello spettacolare Quiraing, l’altopiano vulcanico situato nella penisola di Trotternish.
Un sentiero lungo 6,8 chilometri vi permetterà di godere di alcuni tra i più spettacolari paesaggi scozzesi, ma fate attenzione perché questa escursione è classificata come “hard” a livello di difficoltà e quindi non è adatta agli escursionisti improvvisati!
 Un’escursione in barca sul Loch Coruisk, che è considerato uno dei “Top 16 views in Britain” vi permetterà di scoprire una delle più grandi colonie di foche dell’Isola e, se sarete molto fortunati, di avvistare delfini e balene.

I wore: jacket and trekking tights, courtesy of Fjallraven; hiking shoes, courtesy of Columbia.

I wore: hiking shoes and jacket, courtesy of Columbia.

Follow on Bloglovin


bailing

Informazioni su bailing

Gypsetter, sognatrice, viaggiatrice entusiasta ed instancabile. La mia passione più grande sono i cavalli e il mio tesoro è Sero, un sauro di 25 anni con cui ho condiviso buona parte della mia esistenza. Come Emma Bovary anche io oscillo perennemente tra il mio lato mistico (che vorrebbe ritirarsi a meditare in un ashram indiano) e quello bohémien, il cui sogno nel cassetto è una chambre de bonne nel Marais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *